Autore: Luca D

Stati Uniti - Russia - Malattia - Cina - Coronavirus

5
Mar 2020

Coronavirus, gli aggiornamenti dal mondo

Migliora la situazione in Cina, ma in Corea è stato individuato un nuovo focolaio. Aumentano i casi in Germania e negli Stati Uniti, primo morto in Svizzera.

Le notizie provenienti dalla Cina negli ultimi giorni lasciano trapelare un minimo di ottimismo. Nelle ultime ore sono giunti a noi i primi dati incoraggianti dall’inizio di questa emergenza. Il numero dei contagi in Cina, ma anche in Italia, è in lenta diminuzione. Il numero dei guariti è invece in lento miglioramento. In tutto il mondo si continua ad eseguire tamponi precauzionali per cercare di individuare e fermare il virus prima che possa danneggiare l’organismo umano.

La situazione in Cina e Corea del Sud

Le morti a causa del coronavirus sul territorio cinese hanno raggiunto e superato quota 3000 a fronte di oltre 80.000 contagi. Nella giornata di ieri ci sono stati soltanto 139 nuovi contagi, un numeri in netta diminuzione rispetto al trend delle ultime settimane. 31 persone cinesi hanno perso la vita nelle ultime 24 ore a causa dell’infezione da coronavirus. Nonostante ciò sembra che il peggio sia passato tanto che il governo ha deciso di chiudere uno dei circa 10 ospedali allestiti per contenere l’emergenza.

A pochi chilometri di distanza dalla Cina, in Corea del Sud, il numero dei contagiati ha toccato il tetto dei 6000. Le autorità hanno individuato un nuovo possibile focolaio, si tratterebbe del terzo nel paese. A causa di ciò la situazione nel paese potrebbe diventare ancora più critica. Fino ad ora, la Corea del Sud, è seconda per numero di contagi e tantissimi stati hanno totalmente chiuso i collegamenti.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa prevede il nuovo decreto?

11 morti negli Stati Uniti

Nella giornata di ieri, negli Stati Uniti, è morta l’undicesima persona a causa del virus. La situazione è ancora sotto controllo ma il crescente numero di casi in diversi stati ha portato i diversi governi ad aumentare le precauzioni. I due stati in cui la situazione è peggiore sono quello di Washington e quello Californiano. Anche la contea di Los Angeles ha dichiarato lo stato di emergenza. Fino ad ora, gli Stati Uniti, hanno eseguito pochissimi tamponi, si spera che non sia questo il motivo per cui il numero dei contagiati negli USA rimane piuttosto basso.

Svizzera e Germania

Nella giornata di ieri la Svizzera ha contato il suo primo decesso a causa del Covid 19. In Germania è aumentato esponenzialmente il numero dei contagiati che ormai sono oltre 350. Nelle ultime 24 ore ben 100 persone sono risultate positive ai test. E’ probabile, come successo anche in Italia, che questo numero crescerà in fretta nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, ecco gli aiuti per le famiglie: dai voucher ai congedi

Cittadino italiano positivo al test in Russia

Un cittadino italiano è risultato positivo al test per il coronavirus in Russia. Lo ha dichiarato il centro operativo russo per la lotta contro il virus. Il soggetto in questione sarebbe arrivato in Russia il 29 febbraio ed il 2 marzo avrebbe accusato i primi sintomi dell’infezione. Il test è risultato positivo ed il paziente è stato prontamente isolato in ospedale.