Autore: Luca D

Italia - Silvio Berlusconi - Coronavirus

Coronavirus, Berlusconi dona 10 milioni, serviranno a costruire ospedale da 400 posti a Rho Fiera

A Rho Fiera, a Milano, sorgerà entro 10 giorni un ospedale covid da circa 400 posti. I lavori inizieranno grazie ai 10 milioni donati da Silvio Berlusconi.

Lo sforzo che il popolo italiano sta facendo in questi giorni è notevole. Anche se difficile, ma decisamente necessario, l’Italia intera sta facendo il possibile per cercare di frenare la diffusione del coronavirus Covid 19. In tutte le regioni si continua a lavorare continuamente per aumentare la capienza degli ospedali o creare delle aree da usare in caso di peggioramento della situazione. Ad un certo punto, però, non ci sarà più posto per i letti e quindi si sta lavorando alla costruzione di nuove strutture.

Il progetto

In Lombardia ben due padiglioni dell’area Expo, a Rho Fiera, verranno convertiti in padiglioni ospedalieri. In quest’area sorgeranno ben 400 posti in terapia intensiva, un numero molto vicino al numero dei posti sui quali la Lombardia poteva contare prima dell’inizio dell’emergenza. Le operazioni saranno nelle mani del governatore regionale Attilio Fontana, affiancato dall’esperto Guido Bertolaso scelto dal presidente come consulente per la costruzione della nuova ed imponente struttura. Bertolaso è stato richiamato d’urgenza dal Sudafrica ed ha confermato che l’obiettivo è quello di ultimare il progetto in massimo 10 giorni.

Onorato dal nuovo incarico assegnatoli, Guido Bertolaso, ex capo della protezione civile, ha dipinto una situazione molto grave, a tratti tragica: «Sono qui in punta di piedi, darò una mano con il mio team e sono sicuro che riusciremo a fare un lavoro straordinario anche con la collaborazione della Protezione Civile nazionale e di tutte le forze migliori del nostre paese». Sono italiano, orgoglioso di esserlo, ho lavorato tutta la mia vita per il mio paese e ho combattuto all’estero quando qualcuno criticava l’Italia. Stiamo cercando di combattere una guerra contro un nemico invisibile, terribile, molto più pericoloso di tanti eserciti che, nei secoli passati, abbiamo combattuto per la libertà di questa nazione”.

La struttura

La struttura sorgerà su due piani distinti, occuperà uno spazio di ben 25 mila metri quadri. E’ stato previsto inoltre un potenziamento dei trasporti pubblici ATM e sono stati informati gli albergatori circostanti con i quali si stipuleranno degli accordi nelle prossime ore. Il costo dell’operazione parte dai 10 milioni, ai quali dovranno essere aggiunti i costi per apparecchiature e medici che, in questo periodo, non sono così facili da reperire.

Silvio Berlusconi finanzia il progetto: donati ben 10 milioni

Una straordinaria mano dal punto di vista economico l’ha dato Silvio Berlusconi. L’ex premier italiano ha donato l’enorme somma di 10 milioni. Come ha sottolineato il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, si tratta esattamente della cifra necessaria a costruire il grande ospedale che, a questo punto, potrà nascere grazie ai fondi di Berlusconi. Ulteriori investimenti, come già anticipato, serviranno per l’allestimento dell’ospedale e dei reparti. Lo stesso Attilio Fontana ha confermato di essere in contatto con diverse aziende e privati per cercare di recuperare le strumentazioni necessarie e ricevere altre donazioni utili alla causa.