Come sta Papa Francesco? Le ultime

Il Pontefice è al Gemelli di Roma dove è stato operato domenica scorsa.

Come sta Papa Francesco? Dopo l’operazione di domenica, le informazioni ufficiose segnalano che il Pontefice continua a vivere con tranquillità il suo decorso post operatorio. Il miglioramento delle condizioni di Papa Francesco sarà tale da assicurare al vescovo di Roma la possibilità di recitare l’Angelus. Lo farà direttamente dal Gemelli, sebbene ad oggi si aspetta di capire quali saranno le modalità dell’evento.

Operazione Papa Francesco risale a domenica scorsa

Domenica sera Papa Francesco è stato operato al Gemelli di Roma per una stenosi diverticolare del sigma. L’intervento ha portato ad una resezione del colon. Un passaggio non certo semplice per nessuno, men che meno per un uomo di 84 anni come il Pontefice. Portato in terapia intensiva per motivi precauzionali, da subito i primi riscontri relativi al decorso sono stati positivi. Le indicazioni provenienti da fonti ufficiali hanno messo in chiaro come il Papa fosse in buone condizioni e che avesse respiro spontaneo. I tempi di degenza sono stati stimati in sette giorni.

Condizioni Papa: il Pontefice è in ripresa

Le buone condizioni di Papa Francesco derivano dal fatto che avrebbe fatto una piccola passeggiata in corridoio e celebrato una messa nella piccola cappella presente all’interno dei locali che lo accolgono. Un evento a cui hanno assistito quanti lo stanno assistendo in questi giorni. Gli ultimi esami del sangue hanno, inoltre, rivelato livelli soddisfacenti in relazione ai parametri monitorati.

Un pensiero ai sanitari

Le comunicazioni ufficiali hanno, inoltre, messo in rilievo come Papa Francesco abbia potuto toccare «con mano» il grande impegno del personale medico-sanitario che, in questa fase, lo sta assistendo. Una situazione con cui si è voluto mettere in rilievo il fatto che il Santo Padre ha voluto rivolgere un «particolare pensiero» a coloro i quali finiscono per essere coinvolti «in una relazione personale con gli ammalati, soprattutto i più fragili e vulnerabili».

Condizioni Papa in miglioramento: si pensa già all’Angelus

Proprio la piccola cappella, presente all’interno del Gemelli nello spazio riservato al Papa, è uno dei luoghi candidati ad ospitare l’Angelus domenicale di Papa Francesco. Al momento c’è, infatti, attesa per conoscere quelle che saranno le modalità dell’appuntamento. L’alternativa è che il Pontefice si affacci dalla finestra del decimo piano per la consueta preghiera. Di certo ci sarà copertura affinché i fedeli, da ogni parte del mondo, possano ascoltare le parole della loro guida.

Angelus dal Gemelli anche per Giovanni Paolo II

Non sarebbe una novità l’Angelus recitato dal Papa direttamente dal Gemelli, tenuto conto che Giovanni Paolo II in più occasioni ebbe modo di farlo. In particolare, come ricorda l’Avvenire, accadde ben 22 volte. E quattro giorni dopo l’attentato subito nel 1981 ebbe modo di annunciare di aver perdonato il «fratello» che lo aveva colpito.