Come scaricare il Super Green Pass

Dal 6 dicembre sarà obbligatorio per accedere a diverse circostanze della quotidianità

Dal 6 dicembre entra nell’uso quotidiano il concetto di Super Green Pass. Sono tanti a chiedersi come si scarica, ma la domanda porta ad una risposta che non è dissimile dalla risposta che era prevista per il Green Pass base.

Green Pass: rafforzato e base, le differenze

Il Super Green Pass lo ha chi è vaccinato o è guarito dal Covid entro i sei mesi precedenti. Il Green Pass “base” è quello riservato a chi si sottopone a tampone. In quest’ultimo caso ha valenza di 72 ore dal momento del test qualora questo sia di tipo “molecolare”, di 48 ore nel caso in cui il tampone si antigenico.

Quando si ottiene il Super Green Pass e per quanto vale

Il Super Green Pass si ottiene 15 giorni dopo la prima dose, con una prima scadenza valida fino alla data della seconda dose. Completato il ciclo di vaccinazione primario ha la valenza di nove mesi, con rinnovo dopo la terza dose.

Green Pass, è la verifica a fare la differenza

A cambiare non è il Green Pass, ma la verifica. Il Qr Code ottenuto con la vaccinazione, la guarigione o lo stesso tampone rappresenta uno strumento attraverso cui si può accedere a precisi dati sanitari relativi al Covid di un soggetto.

Quanti si occupano dei controlli utilizzano l’App Verifica C19. Con un recente aggiornamento l’applicazione è dotata di due opzioni facilmente selezionabili dopo avervi fatto eccesso. Si potrà, dunque, selezionare "Verifica rafforzata" o la tipologia di "Verifica Base".

Super Green Pass serve in diverse situazioni

Nel primo caso andando a scansionare il Qr Code si avrà esito positivo qualora si voglia valutare che il Green Pass controllato sia rafforzato o Super. Al di là della nomenclatura, si fa riferimento alla possibilità che il soggetto sia vaccinato o guarito entro i sei mesi precedenti.

Dal 6 dicembre è diventato necessario per una serie di situazioni, tra cui ad esempio la possibilità di andare nei ristoranti al chiuso, allo stadio e altri contesti. A partire dalla zona gialla, inoltre, per i possessori di Green Pass decadono restrizioni come il limite massimo di quattro persone al tavolo o in caso di zona arancione le attività che in passato chiudevano (come bar e ristoranti) resteranno aperte per i possessori della certificazione verde rafforzata.

Dal 6 dicembre estensione anche per il Green Pass base

Con la "Verifica base" si può determinare il corso di validità del Green Pass tradizionale. Quello che può essere ottenuto anche con un tampone. Si tratta di un requisito di un livello inferiore rispetto al Super Green Pass ma che, come è noto, può essere utilizzato per andare al lavoro, utilizzare i mezzi pubblici e partecipare a cerimonie private.

Le opzioni per avere il Qr Code

Per ottenere le certificazioni che saranno sottoposte a scannerizzazione è possibile recuperare il codice autonomamente. Basta recarsi sul sito dgc.gov.it. Lì sarà sufficiente riportare il codice fiscale, le ultime otto cifre della tessera sanitaria e la modalità con cui si richiede il pass (guarigione, test o vaccinazione).

Si tratta dell’alternativa alla possibilità di averlo direttamente sul proprio smartphone attraverso l’App Io Immuni, o utilizzando il Fascicolo sanitario elettronico. L’alternativa, per chi non fosse avvezzo all’utilizzo della tecnologia, è richiederlo presso il proprio medico di medicina generale o le farmacie.

I dati richiesti restano il codice fiscale e la tessera sanitaria. In quel caso la certificazione sarà consegnata in formato cartaceo. Soluzione possibile anche per chi dovesse scaricarlo in autonomia, tenuto conto che la scannerizzazione avviene anche su un semplice foglio con il codice stampato.