Battiato dice addio alla musica. “Torneremo ancora” è il suo ultimo album

Battiato si ritira dalla scena della musica con un ultimo album in arrivo il 18 Ottobre. I motivi di questa scelta e i dettagli sul cd li potete leggere di seguito.

“È il suo ultimo album, lui non sta male, ma non sta sufficientemente bene da poter essere qui a parlare con tutti noi” con queste parole il manager Francesco Cattini giustifica l’assenza di Franco Battiato, durante la presentazione del suo ultimo album “Torneremo ancora”, atteso per il 18 Ottobre.

Il titolo dell cd viene dall’ultimo inedito omonimo, inciso con una registrazione di due anni fa della voce del cantante. L’arrangiamento è stato curato personalmente dal maestro con la collaborazione di Juri Camisasca e l’aggiunta degli archi suonati dall’Orchestra inglese Royal Philharmonic Concert Orchestra nel maggio scorso. A questa canzone si aggiungono altri 14 brani storici dell’artista, che rappresentano in pieno la sua poetica spirituale e metafisica, da ’La Cura’, ’E ti vengo a cercare’, ’Le nostre anime’, ’Come un cammello in una grondaia’, ’Le sacre sinfonie del tempo’ a ’Povera Patria’, ’I treni di Touzer’ e ’Prospettiva Nevsky’.

Battiato sta male?

L’uscita dell’album, annunciata nei mesi precedenti, aveva rassicurato i fan riguardo le dicerie sulla salute di Battiato, secondo alcune fonti alquanto instabile e fragile. Preoccupante era in particolare la dichiarazione dell’amico Roberto Ferri, autore di «Centro di gravità permanente», che ricorda una chiamata improvvisa da parte del cantante dove egli “Mugugnava senza riuscire a dire niente di comprensibile”. Pesante l’accusa di Ferri contro i collaboratori di Battiato che a suo avviso “Cercano di tenere in vita qualcosa che è già morto”. Già da anni, secondo l’amico si vedeva che l’uomo stava poco bene e che da tempo faceva molta fatica a ricordare le cose. Come ultimo saluto il paroliere aveva pubblicato su Facebook una poesia rivolta a Battiato, intitolata «Prigionieri delle nostre Solitudini» e introdotta da un’Ode, rivolta “all’amico che fu e che non mi riconosce più”. Dopo le sue parole, i fan si sono accaniti su Ferri, il quale ha risposto minacciando denunce sui social.

Lo staff del cantante non ha ancora risposto direttamente a queste speculazioni, tuttavia durante la conferenza stampa è stato mostrato un video dell’artista in studio a casa sua e il collaboratore storico Francesco Messina, scherzando, ha rimarcato: «È stato girato il 10 e l’11 agosto, peccato che non abbiamo messo un giornale per dimostrarlo». Si attendono dichiarazioni pubbliche di Battiato per risolvere il mistero.