WhatsApp da novembre smetterà di funzionare su alcuni telefoni, la guida per scoprire se il proprio è compreso

WhatsApp da novembre smetterà di funzionare su alcuni telefoni, la guida per scoprire se il proprio è compreso

Sul sito della popolare app di messaggistica è apparso un messaggio che annuncia lo stop per alcuni device a partire dall’1 novembre

1 novembre. È la data da cerchiare in rosso rispetto al fatto che WhatsApp smetterà di funzionare su alcuni telefoni. Una prospettiva che non deve allarmare tutti, ma che potrebbe non rappresentare una buona notizia per alcuni possessori di smartphone, soprattutto per chi non usa cambiarlo spesso.

WhatsApp: ormai presente nelle vite di tutti

Sì, perché l’idea di non poter più usare la popolare app di messaggistica, considerata la sua capillare diffusione, equivarrebbe una doccia fredda considerato che per molti è diventata un canale di comunicazione preferenziale. Sia a livello affettivo o comunque personale, ma anche in campo professionale. L’eventualità che WhatsApp, di punto in bianco, possa non essere più disponibile sul proprio smartphone non farà certo fare i salti di gioia a molti. La prospettiva di non poter più messaggiare con i propri cari o di partecipare al gruppo dei colleghi o del calcetto metterebbe in ansia chiunque.

WhatsApp, cosa dice la comunicazione ufficiale

Risulta quasi superfluo sottolineare che chi ha acquistato l’ultimo iPhone o un top di gamma Android è immune rispetto alla possibilità che WhatsApp possa cessare il proprio supporto ai device in questione. A doversi interessare della questione deve essere solo chi ha un telefono datato.

Per capire cosa accadrà dall’1 novembre bisogna partire da una comunicazione presente sul sito ufficiale WhatsApp.com, accedendo alla sezione Faq. «WhatsApp - si legge - non supporterà più i dispositivi Android con sistema operativo 4.0.4 e versioni precedenti a partire dall’1 novembre 2021. Ti invitiamo a passare a un dispositivo supportato o a salvare la cronologia chat entro tale data».

I dispositivi con installata una versione di Android antecedente alla 4.1 diventano, perciò, obsoleti e impossibilitati a sfruttare l’app. La buona notizia è che la versione del sistema operativo è particolarmente vecchia, ragion per cui non ci sarà nessun problema per chi utilizza uno smartphone prodotto di recente.

WhatsApp, come scoprire se continuerà a funzionare sul proprio dispostiivo

Per chi non è molto avvezzo alla tecnologia dire «Android 4.0.4» potrebbe apparire solo un codice, tuttavia è possibile dare alcune indicazioni che permettono di avere più riferimenti. La versione di Android in questione è l’ultima release di «lce Cream Sandwich», risalente al 6 gennaio 2012. Non è detto, però, che i telefoni anche acquistati un paio d’anni dopo non montino questo tipo di sistema operativo, sulla base del fatto che soprattutto tra gli smartphone meno costosi spesso e a lungo si utilizzano versioni meno aggiornate del sistema operativo, non fornendo eventuali ulteriori aggiornamenti.

Scoprire se WhatsApp funzionerà ancora sul proprio dispositivo, ecco come

Chi ha un telefono Android può, dunque, recarsi nelle Impostazioni del proprio dispositivo. Nel campo relativo alle informazioni sul telefono, sarà possibile accedere a quelle sul software. Lì sarà possibile vedere che tipo di versione è installata sul dispositivo. Nessun problema, per il momento, per chi ha una versione dalla 4,1 in poi (l’avanzamento è progressivo).

Chi, invece, dovesse avere la 4.04 (o inferiore) potrà o ricercare la presenza di aggiornamenti disponibili per il proprio dispositivo (magari mai installato, benché notificato o presente) o dovrà cambiare dispositivo se vorrà continuare ad utilizzare WhatsApp.