Autore: Redazione

marketing

Web Marketing Training: una pratica guida al web marketing

Il 21 giugno si è svolto a Cagliari il Web Marketing Training. Per voi è stata realizzata una guida al web marketing con elementi di SEO, SEO Copywriting ed utili tool.

Pensate ad un’intera giornata immersi nei temi del web marketing. E’ successo il 21 giugno presso l’Open Campus di Tiscali a Cagliari dove 250 persone hanno partecipato al Web Marketing Training.

L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale WMT, ha visto alternarsi durante tutto il giorno relatori d’eccellenza:

  • Simone Emanuele Salis (Crescimpresa),
  • Stefano Natale (SN Web Solution),
  • Massimiliano Dessì (Google Community),
  • Paolo Bolpet (Web Strategist eFlux, Moove),
  • Walter Sorrentino (SardiniaPost),
  • Michael Vittori (Lab Digitale, Vittori SEO Copywriter),
  • Roberto Serra (Web Agency BobDpt)
  • e per finire in grande stile Robin Good (MasterNewMedia.Org).

Da quest’esperienza formativa si può ricavare, grazie agli approfonditi interventi dei relatori, una guida utile a tutti coloro che vogliono muovere i primi passi nel mondo del web marketing.

Alcune definizioni

Simone Emanuele Salis, business developer, ha fornito durante il suo discorso le nozioni base relative alla definizione di marketing e di web marketing.

Marketing: Ramo della scienza economica che studia in modo descrittivo il mercato.

Web Marketing: E’ uno dei canali on line applicabili al marketing tradizionale.

Oggi il passaggio più importante non è quello dall’impresa al cliente, come avveniva nelle logiche di marketing del passato ma quello che trasforma il cliente da passivo ad elemento attivo.

Vi sono tre tipologie di marketing:

  • Marketing analitico: Costituisce la base fondante del marketing grazie allo studio del mercato, dei clienti e dei competitor.
  • Marketing strategico: Rappresenta una fase di pianificazione durante la quale si fa un’analisi dei bisogni degli individui e delle organizzazioni.
  • Marketing operativo: E’ la parte finale del processo di marketing che permette la realizzazione in concreto delle strategie definite. La combinazione degli strumenti che un’azienda decide di usare per il raggiungimento dei suoi obiettivi si chiama Marketing Mix (prodotto, prezzo, placement e promozione).

Ottimizzazione SEO

Dopo un’introduzione sulle basi del marketing, la sessione è continuata con Stefano Natale che ha parlato di uno degli elementi principali del web marketing: l’ottimizzazione on-site.

Come ottimizzare al meglio il proprio sito web?

  • Fare sempre un progetto strategico a lungo termine. Le logiche cambiano e soprattutto quelle di Google
  • Non usare parole chiave troppo generiche
  • Usare le Long Tail Keywords ovvero parole chiave formate da più parole
  • Pensare sempre a quello che cercherebbe l’utente
  • Usare strumenti come Keyword Planner di Google

I contenuti del sito devono essere sempre coerenti e convincenti. E’ importante che il testo abbia le seguenti caratteristiche:

  • Deve contenere dalle 300 alle 500 parole
  • Deve essere originale
  • Grammatica e punteggiatura corrette
  • Sinonimi e varianti ortografiche
  • Evitare di ripetere le keywords
  • Formattazione adeguata (grassetto, elenchi puntati)
  • Grande attenzione alle immagini
  • Non ripetere lo stesso link più volte nella stessa pagina

SEO Copywriting

Un approfondimento sull’argomento è stato fornito dalla lezione di Michael Vittori sulla scrittura ottimizzata SEO per i motori di ricerca. Una buona scrittura sul web deve infatti mettere al centro sempre l’utente. Non si scrive mai per se stessi ma perché i contenuti siano facilmente ricercabili dai possibili utenti.

Le caratteristiche che un buon contenuto sul web deve avere sono:

  • Originalità e corposità (almeno 300-500 parole)
  • Grammatica e punteggiatura curate
  • Ottimizzazione e keyword density
  • Utilizzo sinonimi e varianti ortografiche
  • Formattazione adeguata (elenchi puntati, grassetto)
  • In grassetto sempre i concetti chiave

I punti fondamentali di un SEO Copywriting accurato:

  • Title: deve contenere almeno 50-60 caratteri e le keyword.
  • L’header aiuta a segmentare un articolo. Ogni header ha un proprio livello: H1 è il titolo principale, H2 il paragrafo principale, H3 il sottoparagrafo.

Alcuni tool utili:

  • Seomofo
  • Seobook
  • Copyscape

L’importanza dei contenuti è poi definita anche dall’autorevolezza di chi li scrive e da qui un altro concetto importante nel web marketing ovvero l’autorità on line. Oggi infatti nel web è molto importante il valore dell’autore. Questo è l’argomento trattato nella lezione di Roberto Serra. L’autorevolezza on line di un’autore dipende da tanti fattori:

  • Authorship e author rank
  • Metadati
  • Semantica frasale (perché il significato delle parole è importante)
  • Geolocalizzazione
  • Social signs: i social network sono fondamentali.

Importanza dei social network

SEO, SEO Copywriting e autorevolezza sono tutti strumenti che vengono utilizzati non solo per proporre in maniera ottimale un contenuto, ma anche per poter vendere al meglio un prodotto nel mercato. A tal proposito Paolo Bolpet ci racconta la storia dell’imprenditore Mario. L’azienda di Mario è in crisi e lui decide di andare all’estero, ma ben presto si accorge che il suo prodotto non si vende perché è fuori mercato.

Di cosa ha bisogno Mario?

  • Conoscere meglio la sua azienda
  • Definire meglio il prodotto e i bisogni
  • Dati in tempo reale
  • Informazioni aggiornate e di qualità
  • Raggiungimento del maggior numero di contatti nel minor tempo e costo possibile
  • Analisi dei competitor
  • Misurazione del sentiment sui prodotti
  • Esplorare le community on line

“Le conversazioni sono lo specchio del mercato”

In questo senso i social media sono di grande aiuto: non servono per cercare clienti ma per stabilire relazioni e conoscere meglio il mercato. Molte aziende utilizzano infatti il sistema di social media monitoring. Cosa fanno nello specifico? Analizzano più di 60 milioni di post pubblici sui social network, rimuovono lo spam e inseriscono i risultati in un database che contiene informazioni altamente profilate.

Alcuni strumenti utili:

GoogleTrends

Socialmention

Topsy

Radian6

E tu hai una nicchia?

La chiusura della giornata è stata affidata alla lezione magistrale di Robin Good che ha fornito altri importanti elementi.

Cosa occorre per vendere bene un prodotto?

  • Reputazione
  • Visibilità
  • Autorevolezza
  • Contatti
  • Dialogo
  • Ascolto
  • Fiducia

La visibilità è un fattore essenziale e si costruisce nel tempo con la creazione di una specifica nicchia nel mercato. Bisogna mirare ad un pubblico specifico per soddisfare un’esigenza specifica. Come riconoscere la nicchia? Le domande da farsi sono:

  • L’esigenza è convertibile in una ricerca su Google?
  • Ci sono altri siti che usano gli stessi termini?
  • Conosci delle persone che hanno questo problema?
  • Sono disposti a pagare per il tuo servizio?

E’ importante anche creare dei contenuti originali e di valore. Non si parla però dei soliti articoli o post sui vari blog ma di contenitori di informazioni su un tema specifico.

Qualche esempio:

Nomadi Digitali

Siamoalcompleto

Bisogna puntare poi in una seconda fase alla costruzione delle relazioni e di una lista di contatti. Si può fare ad esempio realizzando una sezione “special” del proprio sito dove si forniscono contenuti ulteriori solo a chi lascia la propria mail.

Durante la giornata sono state esposte anche due esempi virtuosi sul territorio: la community Google Developers Group Sardegna (Massimiliano Dessì) e la testata giornalistica SardiniaPost.it (Walter Sorrentino).