Autore: Alessandro Leonardi

Netflix - Streaming - Serie tv e Fiction - Anticipazioni - Cast

Vikings: Valhalla, data di uscita e anticipazioni sul sequel della serie

Michael Hirst ha svelato alcuni interessanti dettagli sul sequel di Vikings: ecco le anticipazioni sulla nuova serie Valhalla.

La sesta stagione di Vikings, precisamente la parte seconda di quest’ultima, è disponibile in streaming sulla piattaforma di TIMvision per chi volesse continuarla. I fan, dopo aver concluso gli ultimi episodi, hanno già puntato gli occhi verso la serie sequel Valhalla, ma ancora non si sa molto a riguardo.

Michael Hirst, lo showrunner della serie tv, non c’ha pensato due volte nel dare alcune info in più durante un’intervista per la testata giornalistica Collider.

"Vikings Valhalla": anticipazioni e personaggi

Sappiamo, dalle ultime informazioni reperibili, che Valhalla sarà ambientato all’incirca 100 anni dopo i fatti raccontati in Vikings, e che porterà sul piccolo schermo le vere avventure dei grandi Vichinghi realmente esistiti: Leif Erikson, Freydis, Harald Harada e il re Guglielmo il Conquistatore, e questi sono solo alcuni dei nomi più importanti.

La sinossi è chiara su quello che, a grandi linee e senza spoiler, accadrà ai nostri protagonisti, impegnati a sopravvivere in una nuova Europa in cui il cambiamento e l’evoluzione umana potrebbe rivolgersi contro. Nella scrittura della nuova serie non ci sarà Michael Hirst, che sarà coinvolto come produttore esecutivo, ma Jeb Stuart (Die Hard).

La serie arriverà nel 2021, ma una data ufficiale di uscita non è stata ancora comunicata; sappiamo che la serie verrà distribuita da Netflix. Hirst ha fatto sapere di essere più che convinto nella riuscita del progetto Valhalla: «È un tributo a ciò che è stato raggiunto negli ultimi sette anni».

Come summenzionato, visto che saranno passati 100 anni dagli eventi narrati nell’originale Vikings, tutti i personaggi che abbiamo avuto modo di conoscere saranno deceduti, ma Hirst ha assicurato che non verranno affatto dimenticati:

"Jeb Stuart in realtà sta prestando molta attenzione alla mitologia dei Vichinghi. I vecchi personaggi, vale a dire Ragnar Lothbrok, Lagertha, Bjorn e Ivar «il senz’ossa», nella nuova serie sono come dei personaggi mitici. Vengono molto rispettati dai nuovi protagonisti e questo assicura dei collegamenti a effetto".

Chiunque non avesse seguito gli episodi di Vikings, protrà stare tranquillo: "Non è necessario sapere chi è Ragnar per guardare il sequel. Ma il passato arricchisce la storia e, si spera, porterà le persone a chiedersi ’Bene, chi sono queste persone di cui continuano a parlare? Ragnar è stato così grande? Perché queste persone sono personaggi mitici?’. Quindi tutto si collega in modo utile, interessante e affascinante".

Le ambientazioni di Valhalla saranno molto simili a quelle del capitolo precedente, anche se il corso della storia ha reso molto più potenti i Vichinghi rispetto al passato, ha detto Hirst: "Intanto Kattegat sarà diventato uno dei più grandi porti commerciali d’Europa. Il re d’Inghilterra sarà un vichingo. I vichinghi avranno invaso la maggior parte dell’Inghilterra e possiederanno la Normandia. In questo senso, considerando la storia che ho raccontato nella mia serie, si saranno affermati sulla scena mondiale alla grande".

La produzione della nuova serie è stata rallentata dall’emergenza sanitaria, ma sembra essere comunque a buon punto: «La prima stagione è stata girata in Irlanda in circostanze davvero eccezionali. Hanno affittato un grande hotel in modo da poter mettere in quarantena tutti gli attori. Li hanno testati due volte al giorno, un risultato straordinario. E hanno perso solo tre giorni di riprese. Da quello che ho visto finora posso dire che sarà una serie veramente buona e di qualità. Grandiosa, ma in modo diverso da Vikings».