Viaggi all’estero, serve il modulo Plf: ecco come funziona

Viaggi all'estero, serve il modulo Plf: ecco come funziona

Per poter viaggiare all’estero, in alcuni Paesi dell’Unione Europea è richiesta la compilazione di un modulo Plf.

Nella stagione estiva sono tanti gli italiani che decidono di passare le proprie vacanze all’estero, tuttavia molti si chiedono cosa sia necessario, a livello di documenti, per poter viaggiare fuori dal territorio italiano in tempi di covid.

Oltre al Green Pass, secondo quanto riporta anche il portale ’Today’, per viaggiare dall’Italia all’estero, in alcuni Stati dell’Unione Europea bisogna compilare un modulo Plf (acronimo di Passenger locator form) ovvero il modulo di localizzazione del passeggero.

Questo è un documento utilizzato dalle autorità sanitarie nel caso in cui un passeggero sia entrato in contatto con un malato covid durante il viaggio, in un qualsiasi mezzo di trasporto.

Questo documento permette alle autorità competenti di facilitare il tracciamento dei contatti. Il modulo Plf va presentato anche al momento del rientro in Italia dall’estero. Attualmente, è possibile compilare il modulo su documenti cartacei e digitali, disponibili online.

Per far fronte alla pandemia, è stato realizzato un sito web (app.euplf.eu) dove è possibile scaricare un unico modulo digitale il dPLF (digital Passenger Locator Form).

Viaggiare all’estero: quando è necessario compilare il modulo Plf

Come abbiamo già accennato prima, il modulo Plf è un documento necessario per poter viaggiare all’estero in qualsiasi mezzo di trasporto (aereo, nave, treno, traghetto ecc). Il modulo è richiesto a chiunque viaggia con destinazione relativa ad un Paese appartenente all’Unione Europea.

Per avere maggiori informazioni sul Paese Europeo di destinazione per il quale è necessario compilare il modulo Plf, è possibile collegarsi sul sito ’Re-open EU’.

Modulo Pfl per viaggiare all’estero: come e quando deve essere compilato?

Nel caso in cui si tratti di un unico nucleo familiare, va compilato un unico modulo Plf nella quale all’interno dovranno essere inseriti i dati di ogni componente appartenente al nucleo familiare.

Lo stesso vale per i gruppi di persone che non fanno parte della stessa famiglia ma che condividono lo stesso itinerario di viaggio e lo stesso alloggio, dove soggiorneranno durante il periodo di permanenza nel Paese estero. Anche in questo caso va compilato un unico modulo Plf con all’interno i dati di ogni singolo componente del gruppo.

Il modulo va compilato prima dello sbarco nel caso in cui si viaggi per via mare (nave, crociera, traghetto) mentre va compilato prima dell’imbarco nel caso in cui si viaggi per via terra (treno o autobus). Per quanto riguarda invece il viaggio in aereo, il modulo va compilato dopo il check-in prima dell’imbarco.

Documento Plf: ecco come compilarlo

Per compilare un modulo Plf bisogna, come prima cosa, selezionare il Paese di destinazione, a seconda della scelta, il sito reindirizzerà la pagina al sito nazionale del Paese selezionato che metterà a disposizione un modello Plf da compilare.

Per i Paesi Europei che non ne hanno uno proprio, bisogna registrarsi con e-mail e password valide, sul sito ufficiale europeo dPlf dove sarà possibile compilare digitalmente un modello Plf.

Successivamente, dopo la registrazione, è necessario specificare i propri dati personali, il Paese di destinazione, il mezzo di trasporto con il quale si viaggia, l’indirizzo, le informazioni di contatto e i compagni di viaggio nel caso in cui si viaggia in gruppo.

Per chi viaggia invece in auto il modulo Plf dovrà essere compilato ogni qualvolta si entri in un Paese Europeo nel quale è richiesto.