Vercelli: entrambi positivi al Covid violano la quarantena, «siamo annoiati»

Vercelli: entrambi positivi al Covid violano la quarantena, «siamo annoiati»

Due giovani ventenni positivi al Covid sono stati denunciati perché hanno violato la quarantena

È accaduto a Vercelli, due giovani ventenni positivi al Covid sono usciti di casa violando la quarantena. Quando sono stati fermati dalla polizia hanno detto di essere «stanchi e annoiati dai tanti giorni trascorsi in casa».

Due ventenni positivi al Covid violano la quarantena: «Siamo stanchi e annoiati»

I due ragazzi di circa 20 anni sono di Crescentino, primo Comune nella provincia di Vercelli che è entrato in zona rossa. Entrambi sono stati denunciati dai carabinieri per violazione della quarantena. Le forze dell’ordine li hanno fermati vicino alle loro abitazioni. Si mostravano abbastanza agitati e attraverso un controllo nella banca dati, hanno scoperto che entrambi erano sottoposti a isolamento in casa perché positivi al Coronavirus.

Avevano fatto il tampone nei primi giorni di marzo risultando positivi e quindi erano stati messi in isolamento dall’Asl nelle loro rispettive abitazioni. Dopo una settimana, poiché il tampone era ancora positivo, non era stato revocato il provvedimento. Insomma, i due ragazzi non potevano uscire finché non avessero fatto un tampone con esito negativo e ottenuto poi dalla Asl il permesso di interrompere l’isolamento.

Visto tale riscontro e a fronte della giustificazione di essere usciti perché stanchi e annoiati, i carabinieri li hanno invitati a rientrare immediatamente in casa provvedendo a deferirli alla Procura della Repubblica di Vercelli per aver violato l’art. 4 del DL. 19/2020 in relazione all’ articolo 260 del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265 Testo unico delle leggi sanitarie.

Ora rischiano una multa che va dai 500 ai 5mila euro, ma anche l’arresto dai 3 ai 18 mesi. Per ridurre il più possibile la diffusione del contagio, è stata intensificato il servizio 24 ore su 24 nei comuni di Cigliano, Santhià, Casanova Elvo, Trino, Livorno Ferraris e Ronsecco. In queste zone si registrano vari casi di positività.

Sempre oggi, a Senigallia, una donna è stata sorpresa davanti ad un bar ed ha subito ben due multe. Le forze dell’ordine hanno accertato che la donna aveva violato la quarantena fiduciaria allontanandosi dalla sua abitazione in violazione della normativa anti covid e stazionava davanti ad locale a bere alcolici. Sono tanti i controlli e le sanzioni da parte dele forze dell’ordine nel territorio italiano da quando è stata imposta la zona rossa in quasi tutta Italia.

A Vercelli verrà realizzato un parco in memoria delle vittime del Covid

Il sindaco Andrea Corsaro, di Vercelli, ha annunciato che verrà realizzato un parco dedicato alla memoria di tutte le vittime del Covid-19. Ad oggi sono oltre 441 su tutto il territorio provinciale. Insieme ad altri rappresentanti, Corsaro ha voluto ricordare tutte le persone decedute in questo anno di pandemia prima con un minuto di silenzio vicino al municipio, poi partecipando ad una benedizione dei defunti dell’arcivescovo Arnolfo al cimitero di Billiemme.