Autore: Francesca Cavaleri

Mercato immobiliare

Vendere casa: meglio da soli o con l’agenzia?

Chi decide di vendere casa si chiede sempre se è meglio farlo da soli o tramite un’agenzia immobiliare. Alcuni spunti di riflessione, possono essere utili.

Quando si decide di vendere casa, il primo problema che ci si pone è la determinazione del prezzo. Così cominciano dei veri e propri giri online, tra i vari portali immobiliari per rendersi conto della disponibilità del mercato. Ed arriva subito il primo errore: i prezzi mostrati sono le richieste dei clienti, non il reale prezzo con cui si concluderà l’affare.

Vendere casa: come stabilire il prezzo di mercato?

Rivolgersi ad un’agenzia immobiliare, soprattutto se di zona, potrebbe essere la scelta vantaggiosa. Semplicemente perché gli agenti immobiliari, conoscono perfettamente il mercato e sanno a quanto hanno realmente concluso la vendita. Accompagnano il cliente davanti al notaio, quindi il confronto prezzi è il loro pane quotidiano.

Ma non solo, studiano costantemente l’andamento del mercato, confrontandosi anche con colleghi di zone diverse. E’ anche vero che la valutazione dell’immobile dipende anche da tantissime variabili: stato del luogo, condominio, zone limitrofe, presenza o meno di rimesse o posti auto, vicinanza dai negozi. Tra l’altro, spesso la valutazione degli immobili è completamente gratuita. Così, difficilmente si corre il rischio di mettere un immobile ad un prezzo fuori mercato. E questo si tramuta in vendita rapida sicura.

Vendere casa: i documenti sono in regola?

Un altro aspetto che spesso viene tralasciato, ma poi blocca inevitabilmente le vendite, è la presenza corretta di tutti i documenti necessari alla vendita. Quando si vede, ad esempio un appartamento da soli, il proprietario pensa che «se ho comprato con questi documenti, Posso vendere con gli stessi!». Ma non è sempre vero.

Un agente immobiliare è un professionista in grado di valutare la documentazione presente per la vendita. E se qualcosa manca, sa sbrigarla da se, oppure sa indirizzare verso il tecnico o l’ufficio competente per risolvere il problema. Molte agenzie immobiliari hanno al loro interno, oppure tramite collaborazione, tutti i professionisti necessari per facilitare la vendita.

Vendere casa: la componente emotiva

Un’altra variabile da considerare è la componente emotiva legata alla vendita. Chi vende da solo, a volte, tende a usare la frase: «Voglio vendere, ma non svendere». Questo potrebbe derivare da un valore affettivo sull’immobile, maggiore del desiderio reale di vendere.

Anche in questo caso l’agente immobiliare può venire in aiuto. Si tratta di un professionista che non ha alcun legame con la casa. Non ha mai vissuto lì ed ha quindi il giusto distacco. Può mettere in evidenza i punti di forza ed eventuale debolezza in modo oggettivo. Non racconterà storie di un passato che magari al cliente non interessano.

Vendere casa: gli ultimi consigli

Quando si presenta un immobile, è sempre meglio apportare piccole migliorie, una bella tinteggiatura alle pareti, pulizia ed ordine delle camere, sono la regola base. Vendere casa è comunque un passo importante, per questo affidarsi a gente competente, come un’agenzia immobiliare, è la scelta giusta. E poi magari, è lo stesso agente a poter proporre l’appartamento dei sogni!