Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Coronavirus

Vaccino Covid: in Israele 12 mila positivi dopo la prima dose di vaccino

In Israele si sono riscontrati 12 mila soggetti positivi che avevano già avuto la prima dose di vaccino Pfizer.

Israele è il pirmo paese al mondo per numero di vaccinazioni contro il Covid-19, infatti è stato già immunizzato quasi il 30% della popolazione con oltre 2 milioni e 700mila di dosi somministrate. Nonostante questo, il numero di contagi giornalieri di Coronavirus risulta essere molto alto e anche alcuni di coloro che hanno già ricevuto la prima dose di siero risultano positivi al virus.

Nachman Asch, coordinatore della lotta al Covid, ha riferito nel corso di un’audizione al ministero della sanità che l’efficacia della prima dose del vaccino Pfizer è risultata inferiore alle aspettative. Sono infatti 12 mila i vaccinati che sono risultati positivi al Coronavirus mentre attendevano la seconda dose di vaccino.

Prima dose di vaccino meno efficace di quanto previsto

«Molte persone sono state infettate tra la prima e la seconda iniezione del vaccino Pfizer, e sembra che la protezione offerta dalla prima dose sia meno efficace di quanto pensassimo» ha spiegato Nachman Asch. La protezione garantita dalla prima dose di vaccino Pfizer-BioNTech si sta quindi dimostrando inferiore a quanto suggerito dalla casa farmaceutica che, comunque, aveva sottolineato più volte la piena efficacia del siero solo dopo la seconda dose.

Il vero problema è che Israele aveva puntato molto sul vaccinare velocemente la maggior parte della popolazione con la prima dose di siero sperando nella sua efficacia contro il Covid-19. Facendo questo però la seconda somministrazione di vaccino è stata ritardata e di conseguenza non c’è stata una vera copertura.

In totale sono oltre 12.400 i residenti israeliani che sono risultati positivi al Coronavirus dopo essere stati vaccinati. Tra queste persone, una minima percentuale avevano già ricevuto la seconda dose. Nello specifico, a una settimana dalla prima dose sono risultati positivi in 5.348 persone, tra il settimo e il quattordicesimo giorno dalla prima dose sono risultati positivi in 5.585 e 1.410 sono stati contagiati nel periodo successivo.

A quattro settimane dalla prima dose di siero, sono risultati positi 84 persone, di questi 69 avevano già ricevuto anche la seconda dose. Questi numeri ora andranno verificati per capire quanto possano essere veritieri e per comprendere le possibili implicazioni.

Lockdown prorogato in Israele

Il grande numero di vaccini somministrati non è quindi bastato in Israele per bloccare il dilagare del Covid-19. Per cercare di contenere la pandemia, lo stato ha deciso di estendere fino al 31 gennaio il lockdown per emergenza. Il Governo israeliano ha infatti approvato la proroga a tutte le misure di blocco all’unanimità e per altri 10 giorni resteranno quindi valide tutte le varie misure già attualmente in vigore.

Ricordiamo che tra le altre cose, i viaggiatori che arrivano nello stato di Israele devono presentare un tampone negativo al Covid e che tale tampone deve essere effettuato entro le 72 ore precedenti rispetto al volo.