Vaccino AstraZeneca: sperimentazione in USA ha dato risultati positivi

Vaccino AstraZeneca: sperimentazione in USA ha dato risultati positivi

Il vaccino AstraZeneca ha dimostrato di essere sicuro durante la sperimentazione effettuata negli Stati Uniti. I risultati saranno presentati alla FDA per ottenere l’autorizzazione.

Negli Stati Uniti è giunta al termine la fase di sperimentazione sul vaccino Oxford-AstraZeneca. I risultati sono stati positivi e hanno dimostrato che il vaccino è sicuro ed efficace. Stando a quanto riportato dalla BBC, il siero è risultato efficace al 79% nel bloccare i sintomi del Covid-19 e nel 100% dei casi ha impedito che i soggetti si ammalassero in modo grave.

La sperimentazione è stata fatta su 32 mila persone volontarie e in nessun caso è stato riscontrato il problema di coaguli nel sangue. I risultati ottenuti verranno presentati alla FDA per ottenere l’autorizzazione all’impiego del vaccino AstraZeneca nella campagna vaccinale in USA.

Covid USA: sperimentazione ha dimostrato che il vaccino AstraZeneca è sicuro

La sperimentazione del vaccino AstraZeneca in USA è terminata con successo. I ricercatori hanno riscontrato che il siero risulta ben tollerato dalle persone ed è efficace contro i sintomi del Covid. Non sono stati riscontrati dei problemi di sicurezza durante il monitoraggio del DSMB (comitato indipendente per il monitoraggio della sicurezza dei dati).

I controlli sono stati effettuati soprattutto per verificare che non ci fossero degli eventi trombotici e della trombosi del seno venoso cerebrale. Negli ultimi tempi infatti si è molto parlato della correlazione tra il vaccino in questione e questo tipo di problemi. Fortunatamente la DSMB non ha riscontrato un aumento del rischio di trombosi nelle persone che hanno avuto almeno la prima dose del siero realizzato dalla casa farmaceutica AstraZeneca.

Il vaccino AstraZeneca è risultato essere ben tollerato in tutte le fasce di età. Proprio alla luce di questo la sperimentazione ha portato i ricercatori a sostenere che il siero possa essere utilizzato anche per le persone che hanno più di 65 anni. «Questi risultati riconfermano i risultati precedenti in tutte le popolazioni adulte, ma è entusiasmante vedere risultati di efficacia simili nelle persone di età superiore ai 65 anni per la prima volta», ha dichiarato Ann Falsey, Professore di Medicina all’University of Rochester School of Medicine degli USA.

I risultati ottenuti nel corso della sperimentazione saranno inviati alla Food and Drug Administration (FDA) allo scopo di ottenere l’approvazione del siero AstraZeneca anche negli USA. «Siamo fiduciosi che questo vaccino possa svolgere un ruolo importante nella protezione di milioni di persone in tutto il mondo da questo virus letale», ha affermato Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo della sezione Ricerca e sviluppo biofarmaceutici.

La sperimentazione ha permesso infatti di raccogliere prove importanti a sostegno dell’efficacia e della sicurezza del siero. «Ci stiamo preparando a presentare questi risultati alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti e per il lancio di milioni di dosi in tutta l’America nel caso in cui il vaccino ottenga l’autorizzazione per l’uso di emergenza negli Stati Uniti», ha spiegato il vicepresidente.