Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Coronavirus

Vaccino AstraZeneca: richiesta approvazione all’Ema

L’Ema ha ricevuto la richiesta di approvazione per il vaccino AstraZeneca. La decisione dovrebbe arrivare entro i 29 gennaio.

L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha ricevuto la richiesta di autorizzazione per il vaccino contro il Coronavirirus realizato da AstraZeneca e l’Università di Oxford. La richiesta formale di autorizzazione è stata inviata nelle scorse ore e la risposta dell’Ema arriverà entro il 29 gennaio.

Nel caso di autorizzazione, quello di AstraZeneca sarebbe il terzo ad essere approvato per la commercializzazione in Europa dopo il vaccino BioNTech-Pfizer e il vaccino Moderna.

Richiesta autorizzazione all’Ema per vaccino AstraZeneca

Tramite una nota, l’Ema fa sapere di aver «ricevuto la richiesta per l’autorizzazione condizionale alla commercializzazione del vaccino anti-Covid sviluppato da AstraZeneca e dall’università di Oxford». La decisione da parte dell’Agenzia europea arriverà in tempi brevi in quanto sono già state già revisionati alcuni dati del vaccino nel corso della sperimentazione.

Un parere definitivo sull’autorizzazione all’immissione in commercio «potrebbe essere emesso entro il 29 gennaio durante la riunione del Comitato per i medicinali per uso umano (Chmp), a condizione che i dati presentati sulla qualità, la sicurezza e l’efficacia del vaccino siano sufficientemente solidi e completi».

Ricordiamo che il 30 dicembre 2020, il vaccino AstraZeneca-Oxford ha ricevuto già il via libera da parte delle autorità britanniche che attualmente stanno procedendo alla sua somministrazione ai cittadini della loro nazione. Anche Argentina, India, Repubblica Domenicana, Messico, Marocco e Salvador.

In una nota emessa da AstraZeneca si legge che la loro richiesta di autorizzazione all’immissione in commercio condizionale è una «pietra miliare chiave che speriamo possa portare a milioni di persone in tutta Europa». Sempre nella stessa nota, l’azienda multinazionale riferische che continueranno «a lavorare a stretto contatto con l’Ema per supportare la loro revisione, così come contnuiamo a farlo con altri regolatori in tutto il mondo che hanno un quadro in atto per l’uso di emergenza o l’approvazione condizionale».

Anche la presidente della Commissione UE, Ursula von der Leyen, ha riportato la buona notizia tramite un tweet «Buone notizie. AstraZeneca ha presentato il dossier all’Agenzia europea del farmaco (Ema) per far autorizzare il suo vaccino in Ue. L’Ema valuterà la sicurezza e l’efficacia del vaccino. Una volta che il vaccino avrà ricevuto un parere scientifico positivo, lavoreremo a tutta velocità per autorizzare l’uso in Europa».

Primo carico di vaccini Moderna arrivato in Italia

Nella notte, è arrivato in Italia il primo carico di vaccini realizzati dalla casa farmaceutca Moderna. Il furgone partito dal Belgio con destinazione Roma è arrivato al Brennero poco dopo le 2 di notte. Fino al valico il mezzo è stato accompagnato da guardie giurate, la scorta è poi passata al Settimo Reggimento dei Carabinieri di Laives.

La direttrice generale del dipartimento salute e sicurezza alimentare della Commissione UE, l’italiana Sandra Gallina, ha riferito che «La consegna delle dosi di vaccini sarà più ricca a partire da aprile. Nel secondo trimestre arriveranno molte dosi. Nel primo trimestre non sono tutte quelle che avremmo voluto, ma sono quelle che abbiamo negoziato».