Autore: B.A

Scuola

Ufficiale, le scuole chiudono in tutta Italia fino al 15 marzo per il coronavirus

Nel decreto per l’emergenza coronavirus, il governo decide per la chiusura immediata da domani di tutte le scuole e di tutte le università.

Dopo un lungo pomeriggio di summit e discussioni, il governo ha deciso di chiudere le scuole e le università fino al 15 marzo. L’emergenza coronavirus ha spinto il governo a questa decisione draconiana che non riguarda solo le zone e le Regioni dove il contagio è più evidente, ma riguarda tutto il territorio nazionale. Da domani e fino al 15 marzo, le scuole italiane di ogni ordine e grado e le università resteranno chiuse. La decisione è ufficiale ed è inserita nel decreto emergenziale per il coronavirus che il governo ha deciso di varare.

Un pomeriggio caotico

Anche nella scuola, seppur in maniera meno eclatante, come nel mondo del calcio, le ultime ore sono state piuttosto caotiche. Nel primo pomeriggio era stata diramata una nota che ha fatto il giro dei maggiori organi di stampa e dei siti web anche autorevoli, i cui si dava per fatto lo stop alle lezioni e la chiusura delle scuole italiane già da domani 5 marzo. Una notizia che è stata immediatamente smentita, anche se non nel suo contenuto, dal Ministro della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina. Il titolare del MIUR ha subito dopo la diffusione della notizia, annunciato che se ne stava ancora discutendo e che una decisione definitiva sarebbe sopraggiunta nel tardo pomeriggio, come effettivamente è stato. Il governo quindi ha deciso per lo stop alle scuole in tutto il territorio della penisola. Una misura drastica che serve per contrastare il diffondersi di questa epidemia da Covid-19 che sembra non voler abbandonare l’Italia.

Un provvedimento drastico ma necessario

Il provvedimento è esteso da domani 5 marzo a tutto il Paese. Le scuole e gli Atenei resteranno chiusi e questo è il frutto del lavoro pomeridiano del premier Conte che ha incontrato i capigruppo di tutti i partiti e poi i Ministri del suo esecutivo. Ora è ufficiale, nel decreto per gestire l’emergenza coronavirus c’è anche la chiusura immediata di scuole e università in tutta Italia e fino a metà marzo. Stavolta nessuna notizia anticipata e non ufficiale, nessuna smentita, tanto è vero che la stessa Ministra Azzolina nel ha confermato l’immediata validità. L’emergenza continua e continuano a dilagare i contagi, perché dall’ultimo bollettino del capo della Protezione civile Borrelli, si parla di 107 morti, 2706 casi di positività e 276 persone guarite.

Le ultime esternazioni del Premier

Siamo ancora in piena emergenza e lo confermano le parole che il Presidente del Consiglio Conte ha detto a margine dei summit odierni. «La nostra linea è improntata alla massima trasparenza , ma dobbiamo stare attenti a non discostarci dalle linee guida degli scienziati. L’attenzione è massima, stiamo prendendo delle decisioni che incidono sullo stile di vita degli italiani e siamo ancora in una situazione di allarme, secondo i dati scientifici. Il contagio potrebbe anche estendersi, non sappiamo quando raggiungeremo il picco», Queste le testuali parole del Premier che non nascondono preoccupazione.