Terza dose e screening nelle scuole, il punto di Figliuolo

Terza dose e screening nelle scuole, il punto di Figliuolo

Il generale Franco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza coronavirus, ha parlato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera

Screening nelle scuole e terze dosi, due fattori che saranno messi in campo nella partita contro il Covid. Ne ha parlato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera del 27 dicembre il generale Francesco Paolo Figliuolo.

Il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, a nove mesi dall’inizio del suo mandato (ha iniziato l’1 marzo), ha spiegato quali saranno alcuni punti del piano del prossimo futuro. Punti importanti se si considera che questa è la fase in cui ci sarà da affrontare la variante Omicron.

Terza dose, disponibilità per tutta la potenziale platea

Figliuolo, sul fronte "terza dose", ha specificato come dal prossimo 10 gennaio «considerando le dosi attualmente disponibili e quelle che saranno distribuite nel prossimo mese» sarà possibile vaccinare potenzialmente tutti coloro che possono ricevere il boost.

Non bisogna, infatti, dimenticare che è stata abbassata a quattro mesi la soglia minima che deve intercorrere tra il completamento del ciclo vaccinale primario e il richiamo e che, con la durata del Green Pass portata da nove a sei mesi dall’1 febbraio, la richiesta è destinata a salire. Un orizzonte che resta auspicabile per quella che ormai è la protezione aggiuntiva che viene data dalla terza somministrazione.

Figliuolo nel corso dell’intervista ha rivelato di essere spesso in contato con i presidenti delle regioni, parlando del fatto che oggi la campagna vaccinale ha raggiunto risultato eccellenti. «Oggi - ha spiegato - la popolazione protetta con almeno una dose di vaccino più i guariti da sei mesi al massimo, è pari a circa il 90% degli over 12».

Screening nelle scuole, il ruolo della Difesa

Il generale ha poi spiegato quali saranno le dinamiche destinate a riguardare lo screening nelle scuole. «Ogni Regione - ha dichiarato - metterà a punto un dispositivo e grazie alla grande disponibilità del ministro alla Difesa Guerini avremo il supporto dei team e dei laboratori militari. Prima della pausa natalizia, il personale militare ha effettuato oltre 18 mila tamponi in 470 istituti scolastici.»

Figliuolo ha, inoltre, ricordato il ruolo della Difesa in questa pandemia Covid e il sostegno concreto dato alle Regioni con personale e strutture specializzate. «Lo screening - ha sottolineato - è una di queste».

Mascherine Ffp2, Figliuolo ricorda l’investimento del governo

L’altro punto riguardante il mondo della scuola è quello relativo alle mascherine «Il governo - ha ricordato il generale - ha stanziato 5 milioni di euro che saranno impiegati per l’acquisto di mascherine Ffp2 da distribuire a chi svolge attività scolastiche e didattiche a favore dell’infanzia, e a chi è a contatto con alunni esonerati dall’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Sono già state svolte due riunioni propedeutiche all’acquisto delle mascherine e, insieme al ministero dell’Istruzione, si procederà a definire nel dettaglio l’esigenza».