Taxi volanti a Roma: cosa sono, quanto costano e quando entreranno in azione

L’azienda Volocity ha presentato il modello che potrebbe permettere di diminuire i tempi dei collegamenti

«Un giorno le auto voleranno». Lo si è sentito dire spesso nel passato più o meno recente, l’attualità stringente dice presto lo faranno i taxi. È la grande novità presentata all’aeroporto di Fiumicino e che consentirà di raggiungere dall’aerostazione il centro di Roma senza dover fare i conti con i problemi di traffico.

Taxi volanti: anche guida autonoma

I nuovi taxi del cielo vengono mossi da motori completamente elettrici. Il loro sviluppo è stato condotto dall’azienda tedesca Volocopter e per certi versi somigliano a dei maxi-droni che anziché portare una fotocamera integrata, sono ampi al punto da poter trasportare dei passeggeri, esattamente due.

Il prototipo Volocity è stato presentato all’aeroporto di Fiumicino rappresenta un vero e proprio gioiello di tecnologia. È stato, infatti, ideato per avere una guida autonoma, sebbene nelle prime fasi di utilizzo è previsto che a condurlo possa essere un pilota.

Taxi volanti: sicurezza e tempi di percorrenza sostanzialmente diminuiti

La straordinarietà del progetto ha come logica conseguenza la necessità di fugare dei dubbi in relazione a quello che potrebbe diventare un uso comune. La sicurezza, ad esempio, è paragonabile a quella di un aereo di linea e può essere considerata fino a cento volte superiore rispetto a quella di un elicottero. Il suo eventuale impiego sarebbe finalizzato a velocizzare i tempi di collegamento tra l’aeroporto e il centro della Capitale.

La stima è che con l’utilizzo dei “taxi volanti” si possa arrivare a colmare la distanza in quindici minuti anche grazie alla capacità di mantenere velocità sostenute. Tempi sostanzialmente più brevi rispetto a quelli che sarebbero necessari dovendo affrontare un percorso terrestre e il probabile traffico che si andrebbe a trovare nel tessuto urbano.

Volocity: autonomia e costi

Trattandosi di velivoli alimentati con energia elettrica, inoltre, le emissioni sarebbero pari a 0. La ricarica è totalmente «green» con l’ausilio di sistemi fotovoltaici. L’attuale dotazione tecnica garantisce 35 minuti di volo e la possibilità di colmare distanze di circa 35 chilometri. Il costante lavoro di ricerca e sviluppo si pone, però, l’obiettivo di dotare questi mezzi di trasporto di batterie con maggiore autonomia.

Taxi volanti: quale sarà il costo ?

Per quanto i nuovi taxi volanti elettrici possano apparire come qualcosa di molto tecnologico e paragonabili ad altre soluzioni che in pochi possono permettersi, l’obiettivo è in realtà fare in modo che i costi di utilizzo possano essere alla portata di tutti.

L’ipotesi è che la tratta Fiumicino-Roma possa costare tra i 100 ed i 150 euro, sebbene affinché si abbia certezza di queste ipotesi sarà necessario attendere che si arrivi all’attivazione del servizio. Le previsioni ritengono che il settore in questione sia destinato ad andare incontro ad una grande espansione nel tempo.

Taxi volanti: quando entreranno in funzione?

Il giorno in cui il servizio potrebbe entrare in azione è anche meno lontano di quanto si possa pensare. L’obiettivo è fare in modo che possa essere operativo a partire dall’anno 2024, un anno prima del Giubileo del 2025.

A ciò dovrà aggiungersi la creazione di infrastrutture su cui i velivoli potranno atterrare, sebbene i cosiddetti vertiporti realtà strutturabili anche su spazi che possono anche essere i tetti dei palazzi. Il futuro, però, è già iniziato.

(Photo Wikimedia Commons - Author: Raymar Laux)