Tampone in loco e drink gratis per entrare: la proposta di un locale

Sul Resto del Carlino si è parlato dell’iniziativa di un locale di Rimini

Non è ancora il momento della riapertura delle discoteche come luoghi da ballo, fronte sul quale presto potrebbero arrivare novità da parte del governo. Tuttavia, iniziano ad emergere iniziative da parte di locali che intendono lavorare in sicurezza, tutelando il loro contesto epidemiologico. Arriva, in particolare da Rimini, la notizia di un’iniziativa da parte di un’attività pronta ad offrire da bere a chi farà un tampone prima di accedere al locale.

Locale di Rimini, Green Pass per entrare

A darne notizia è Il Resto del Carlino che racconta come, già sabato scorso, l’attività in questione abbia riaperto i battenti «imponendo il Green Pass o in alternativa l’esito di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti». E la serata, a quanto pare, è stata un successo. Per il prossimo fine settimana ci sarà un’opportunità in più: fare il tampone all’ingresso.

A quel punto sarà sufficiente pagare 10 euro per avvalersi del servizio offerto da una postazione medica allestita per l’occasione, per poi avere un drink in omaggio. L’inizio della serata è previsto per mezzanotte, quando si darà il via alla musica e all’animazione. Senza, però, poter ballare, come le norme impongono in questo momento.

Riapertura discoteche, sarà probabilmente con Green Pass

Al di là delle singole iniziative, tra gli obiettivi governativi c’è quello di capire i margini per fare riaprire le discoteche. Il settore è ancora fermo e la crescita dei contagi degli ultimi giorni impone delle riflessioni.

La direzione che dovrebbe essere intrapresa pare prevedere l’utilizzo della carta verde per tornare a ballare. In pista, quando sarà possibile, potrebbe andarci solo chi è vaccinato, ha avuto il Covid negli ultimi sei mesi o ha avuto un tampone negativo nelle ultime 48 ore.

«Il green pass - ha detto il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini al Corriere della Sera del 21 luglio - va adottato anzitutto per l’apertura di spazi oggi chiusi o molto limitati, come stadi e palazzetti, e per l’organizzazione di eventi culturali e sportivi. Serve anche per la ripartenza di attività ancora ferme come le discoteche, visto che oggi si balla ormai ovunque e in luoghi non regolati, con assembramenti pericolosissimi e focolai immediati».

Sul Green Pass attese novità nelle prossime ore

«Credo - ha proseguito il governatore dell’Emilia Romagna - che l’utilizzo del green pass vada commisurato alla disponibilità dei vaccini, all’andamento dei contagi e agli obiettivi più importanti che dobbiamo raggiungere. Come ho detto, la scuola in presenza a settembre è una cosa essenziale».

Novità sono già attese nelle prossime ore o giorni e i vertici nazionali governativi potrebbero individuare i contorni degli eventuali nuovi campi d’applicazione del pass.