Autore: Liliana Terlizzi

Governo - Parlamento

Spostamenti tra Comuni a Natale, manca poco alla deroga: tutte le ultime novità

La deroga sugli spostamenti a Natale si avvicina, ecco cosa potrebbe essere consentito e cosa no

Il Governo, dopo le tante pressioni dai presidenti di Regione e dai sindaci, sembra avere intenzione di allentare le misure restrittive in vigore per Natale. Ma lo fa lasciando la palla in mano al Parlamento. Nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno potrebbero essere consentiti gli spostamenti tra i piccoli Comuni o quelli all’interno della stessa provincia.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Governo, non vogliono assumersi la responsabilità di questa scelta lasciando decidere quindi al Parlamento che insiste per riaprire. Insomma le deroghe ci saranno ma ora bisogna capire sotto quale forma.

Il Parlamento deciderà sugli spostamenti tra Comuni

Lunedì alla Camera dovrebbe essere presentato il provvedimento anche se il Governo è contrario. Il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, ha dichiarato: «Chi vuole aprire tutto se ne assuma la responsabilità. Il Parlamento è sovrano. Penso che il parere di Speranza sarà sicuramente contrario come il mio».

In queste ore si sta valutando l’ipotesi di consentire gli spostamenti tra piccoli Comuni, in questo modo i cittadini saranno liberi di circolare in un raggio contenuto di chilometri. Al centro del dibattito sono i Comuni con meno di 5mila abitanti. In questo caso potrebbe essere consentito lo spostamento tra Comuni limitrofi. Un’altra opzione di cui si sta discutendo è di limitare lo spostamento solo al 25 dicembre, ma il Parlamento, specialmente il centrodestra, sembra abolire del tutto la norma.

Oggi si attende la riunione dei capidelegazione per trovare una soluzione sul provvedimento da portare alla Camera la prossima settimana. Poi si dovrà attendere il parere del Comitato tecnico scientifico.