Autore: Marco Della Corte

Scuola

Scuola: quali saranno le regole da rispettare a settembre?

A settembre tornerà a suonare la campanella per milioni di alunni: di nuovo in aula, ma con alcune regole da rispettare.

Il ministro dell’istruzione Lucia Azzolina ha postato su Facebook un messaggio molto importante riguardo il ritorno a scuola previsto per settembre. Il post in questione recita quanto segue: "A settembre riporteremo studenti e studentesse tra i banchi. Lo faremo anche seguendo le indicazioni del documento del Comitato tecnico-scientifico del Ministero della Salute che individua regole di buon senso e chiare fra cui: Distanza interpersonale di un metro; Mascherina per tutti i maggiori di 6 anni di età; Scaglionamento degli ingressi; Nessuna prova delle febbre per entrare a scuola, ma se si hanno 37.5 gradi di temperatura si deve restare a casa; Valorizzazione degli spazi esterni per lo svolgimento della ricreazione, delle attività motorie o per programmate attività didattiche; Prima della riapertura della scuola sarà prevista una pulizia approfondita di tutti gli spazi".

Scuola: fake news in giro per il web

Lucia Azzolina prosegue nel post: Questo lavoro è la cornice in cui inserire il piano complessivo di riapertura delle scuole." Il ministro dell’istruzione fa comprendere come in giro per il web girino informazioni incomplete, talvolta non ufficiali, che possono generare non poca confusione tra personale scolastico, genitori e studenti.

Lucia Azzolina rassicura, inoltre: «Per tutti quelli che me lo stanno chiedendo: il piano definitivo per gli aspetti didattici sarà pubblicato il prima possibile sul sito del Ministero. Così come abbiamo fatto con quello sanitario.» Obiettivo è tornare a scuola in presenza, ma all’insegna della massima sicurezza. L’obiettivo, assicura Azzolina, sarà raggiunto grazie al lavoro del comitato tecnico-scientifico del Ministero della Salute e, inoltre, allo stanziamento delle opportune risorse economiche.

Approfondisci: Concorso straordinario: si svolgerà presto? Ecco la verità

Le indicazioni del comitato tecnico-scientifico

Come informa Orizzonte Scuola, ieri è stato pubblicato il documento del comitato tecnico-scientifico, tramite cui vengono date utili informazioni al Ministero riguardo il rientro a scuola dopo le vacanze estive. Il comitato tecnico-scientifico. riguardo le mense scolastiche, fa sapere che “il consumo del pasto a scuola rappresenta un momento di fondamentale importanza sia da un punto di vista educativo, per l’acquisizione di corrette abitudini alimentari, che sanitario in quanto rappresenta un pasto sano ed equilibrato”.

C’è la ferma intenzione di assicurare questo momento di pausa agli studenti. Tuttavia, allo stesso tempo, è necessario garantire le opportune misure di distanziamento. Viene specificato come “per la refezione quindi – le singole realtà scolastiche dovranno identificare soluzioni organizzative ad hoc che consentano di assicurare il necessario distanziamento attraverso la gestione degli spazi (refettorio o altri locali idonei), dei tempi (turnazioni), e in misura residuale attraverso la fornitura del pasto in “lunch box” per il consumo in classe.”

Distanza di un metro in classe

Tra le regole da rispettare per il ritorno a scuola sono contemplati anche punti quali la distanza di un metro in classe e l’uso delle mascherine per i docenti e gli studenti di età superiore ai 6 anni. Il comitato tecnico-scientifico ha precisato come il settore scolastico sia caratterizzato da un rischio integrato medio-basso e un rischio di aggregazione medio-alto.