Autore: Antonio 2

Scuola - Insegnanti - TFA - Lavoro

Scuola, l’imbarazzante situazione del TFA sostegno: prove il 18 maggio e ancora nessuna proroga

Ancora nessuna decisione per le prove preselettive del TFA. La scuola è in ritardo.

«Era sempre in ritardo, per principio, essendo una delle sue teorie che la puntualità è ladra del tempo» diceva Oscar Wilde parlando del protagonista di un suo romanzo. Questa frase, ad oggi, sembra cadere a pennello sul Miur. Per i i concorsi le decisioni sono state prese per tempo, ma per il TFA sostegno la situazione inizia a diventare imbarazzante. Davanti ad una situazione di grande difficoltà per il mondo che prende il nome di "Coronavirus", la scuola sembra in serio ritardo sulle prove preselettive. Il Tirocinio Formativo Attivo sul Sostegno ad oggi vedrà espletare le sue prove il 18 maggio. Assurdo, vero?

Ma non finisce qui: in alcuni atenei, la scadenza per l’iscrizione è ancora fissata al 30 aprile (e il costo per l’iscrizione si aggira attorno ai 100 euro, mica bruscolini) ed i docenti si trovano nella complicata situazione di dover decidere tra: iscriversi ora e spendere una cifra non irrisoria in un periodo economicamente molto difficile, oppure aspettare (e sperare) in una proroga della data di chiusura delle iscrizioni che, a circa 48 ore dalla data finale, non è ancora avvenuta.

Richiesta dei Sindacati: rinvio delle prove preselettive del TFA scuola

Davanti a questa situazione di non decisione che perdura nel tempo, la FLC CIGL ha scritto al Ministro Manfredi per chiedere il rinvio delle prove preselettive. Di seguito il testo completo della lettera: «Il Decreto Ministeriale 176 dell’11 marzo 2020 emanato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, relativo all’avvio del V ciclo del TFA per le attività di sostegno, ha previsto la proroga al 18 e 19 maggio dei test di accesso. Tuttavia, le attuali condizioni sanitarie e il protrarsi della situazione di emergenza ci preoccupano in relazione alla possibilità concreta per gli atenei di poter garantire l’espletamento delle prove in condizioni di sicurezza. Pertanto chiediamo un ulteriore rinvio delle prove preselettive, in maniera da tutelare la salute delle persone coinvolte. Certi di un riscontro, inviamo distinti saluti. Il Segretario generale FLC CGIL, Francesco Sinopoli.»

Alle ore 13 circa è stato pubblicato il decreto sul rinvio