Autore: Giacomo Mazzarella

Matteo Salvini - Matteo Renzi

Scontro in diretta Tv tra Matteo Salvini e Matteo Renzi, volano parole grosse

Ospiti a Sky Tg24, i due leader di Lega e Italia Viva hanno dato vita ad una specie di rissa verbale.

L’ultima volta che erano stati insieme in diretta Tv era ad un faccia a faccia nel salottino di Bruno Vesta, alla trasmissione di Rai Uno, “Porta a Porta”. Stavolta lo scenario è quello di Sky Tg24, che con una lunga diretta, ha avuto ospiti venerdì 4 dicembre, tutti i grandi leader dei maggiori Partiti italiani e i maggiori esponenti della politica nostrana.

Matteo Salvini e Matteo Renzi erano in collegamento ma di fatto è stato un autentico faccia a faccia sui temi più caldi del momento, in una fase altamente delicata che è quella del Covid.

Renzi Vs Salvini, il Mes della discordia

Il primo argomento dove si sono scontrati i due Matteo è il Mes, il Meccansimo Europeo di Stabilità che rischia di mettere in crisi la stabilità della maggioranza di governo. Le ultime giornate sono state particolari per quanto riguarda il Mes, che sarà argomento di una informativa che il Premier Giuseppe Conte a breve farà alle Camere. Una semplice informativa, lo ha sottolineato qualche giorno fa anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Non si tratta di attivare il Meccanismo salva Stati, ma il solo nominarlo crea fibrillazione nella politica nostrana.

Proprio Di Maio ed il suo Movimento 5 Stelle, contrari al Mes rischiano di minare la stabilità del governo, soprattutto alla luce del fatto che anche Berlusconi con Forza Italia contrariamente alle previsioni, ha deciso di dire no al Mes, ricomponendo di fatto il Centrodestra. Renzi sul Mes è stato il primo ad attaccare nel confronto Tv, con la solita ironia che lo contraddistingue.

“Nel merito sono felicissimo che Salvini abbia iniziato a studiare le regole europee”, così Renzi ha punzecchiato Salvini accusandolo con sottile ironia, di non essere attento alle normative e di non studiarle con approfondimento. Il leader di Italia Viva ha avuto parole dure anche nei confronti dell’altra leader del Centrodestra, cioè la numero uno di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

“Se ci danno 37 miliardi non è come dice lei, non bisogna tagliare da altre parti. Ci danno i soldi per spenderli nella sanità, punto. Li chiediamo noi non perché siamo geni ma perché abbiamo il debito pubblico, anche perché qualcuno nel governo precedente ha fatto quota 100 mettendo in difficoltà i conti dello Stato con le pensioni”, così Renzi ha commentato le dichiarazioni che in questi giorni Giorgia Meloni va rilasciando, punzecchiando ancora una volta Salvini, stavolta per la Quota 100 che lo stesso Salvini ha contribuito a varare nel primo governo Conte.

La replica di Salvini

Proprio il riferimento di Renzi a Quota 100 ha fatto scattare Salvini che ha replicato al suo dirimpettaio. “Guai a toccare quota 100 per tornare alla Fornero: su questo faremo le barricate dentro e fuori il Parlamento”. E qui è scattato il vero faccia a faccia, con Renzi che ha detto a Salvini “pensi che mi faccia paura un’evocazione delle barricate”. Clima rovente dunque, con Salvini che alla fine gongolava per un sondaggio che è stato fatto vedere da Sky, con la Lega o meglio, con il centrodestra nettamente maggioritario.