Autore: B.A

multe

25
Lug

Salerno: arrivano le prime multe da 1.000 euro per mancanza di mascherine

Arrivano le prime sanzioni dopo la nuova e più severa ordinanza del governatore De Luca.

Alcuni esercizi commerciali hanno già fatto i conti con la severità della nuova ordinanza del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca.
Naturalmente si parla di ordinanza con misure ristrettive anti coronavirus.
A Salerno sanzionati i primi esercizi commerciali per aver trasgredito alle regole imposte dalla nuova ordinanza. E sono arrivate multe pesanti da 1.000 euro per ciascun esercizio commerciale sanzionato.

Perché le multe?

Come dicevamo è Salerno la sede di alcune attività commerciali beccate a trasgredire le norme imposte dalla nuova ordinanza di Vincenzo De Luca, governatore della Regione Campania. Nello specifico, l’ordinanza impone l’obbligo della mascherina nei luoghi chiusi, pena la multa da 1.000 euro e così è stato, con il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli che ha già detto che il trend sarà questo, cioè controlli serrati e nel caso di trasgressori, multe, una specie di tolleranza zero.

Il coronavirus è ancora in giro e i nuovi focolai dimostrano che il pericolo è vivo e vegeto, e questo ha spinto la Campania a rialzare l’asticella dell’attenzione. Ed a fare le spese con la nuova ordinanza sono stati tre esercizi commerciali sanzionati ognuno con 1.000 euro di multa.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, per il Ministro Speranza nuova ondata possibile, ma il governo è pronto

Oltre alla multa, ora rischiano anche la chiusura

Un sabato mattina infuocato quello di Salerno, con la Polizia Locale che insieme al sindaco ha iniziato ad effettuare i controlli per il rispetto di quanto deciso dall’ordinanza De Luca.

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, accompagnato da alcuni agenti della Polizia locale, ha effettuato diversi controlli nei locali pubblici ed ha commentato con un eloquente: «Questa ultima ordinanza del presidente della è giusta e va applicata senza sconti a nessuno. Non solo i gestori degli esercizi commerciali ma anche i clienti degli stessi, devono rispettare le medesime norme. Dobbiamo pensare che questa deve essere una battaglia di tutti per sconfiggere questo virus. Ognuno di noi deve fare la propria parte. Gli atti repressivi sono la soluzione estrema e verranno comunque applicati se la situazione non cambia. Il Covid non è stato sconfitto».

Proprio come dicevamo, tolleranza zero, dimostrata dal fatto che per tre gestori di esercizi commerciali sono scattate le prime sanzioni per il mancato utilizzo, di chi serviva i clienti, delle mascherine. Ma i comportamenti e le regole da seguire sono sempre le stesse e vanno oltre le mascherine.

«Lavarsi le mani, mantenere le distanze di sicurezza, evitare assembramenti ed indossare la mascherina. Intanto che arrivi il vaccino. Non è sicuramente facile controllare tutti e tutto. Deve scattare un meccanismo interiore nella coscienza di ognuno. Alle azioni persuasive per chi sbaglia seguiranno anche durissime azioni repressive se necessarie. Speriamo che i miei concittadini capiscano che bisogna salvaguardare la propria e l’altrui salute», così il primo cittadino di Salerno ha ricordato cosa occorre fare e cosa occorre rispettare.