Autore: Antonio 2

Salento, festa in piscina ai tempi del Coronavirus con foto annesse: esplode l’indignazione

Le foto fanno il giro del web: indignazione generale.

«Non ci facciamo mancare niente: feste in piscina a Lecce, grigliate a Riccione, il cattivo ragazzo del quartiere che sfida le forze dell’ordine. Tutto da condividere sui social, ovviamente eh. Geniale. (A chi lo chiede no, non sono conviventi. La piscina è a Poggiardo, alcuni invitati sono di Maglie e le storie sono state postate da più presenti).» Esordisce così, Selvaggia Lucarelli in un post su Instagram che in poche ore conta oltre 1.200 commenti, ovviamente quasi tutti di indignazione. Non è un post vecchio, ma di poche ore fa: dunque, ci sarebbe stata, secondo quanto riporta la Lucarelli, una festa in piscina ai tempi del Coronavirus proprio nel cuore del Salento e Selvaggia ha sollevato la questione. Di seguito, le foto postate sul suo profilo instagram:

A Milano, fermato dai carabinieri si finge infermiere

E, a proposito di mancanza di rispetto delle regole, c’è anche chi si finge infermiere ai controlli dei carabinieri. È accaduto vicino Milano. «Allora mi hanno appena fermato qui in piazza a Turbigo, posto di blocco dei carabinieri. Ho detto che avevo appena finito un turno di venti ore in ospedale. Mi hanno fatto il saluto militare e mi hanno detto ’grazie per quello che fa’. E pensare che ho pure bevuto» questo il racconto postato sui social dall’autore della bravata che è arrivato alle orecchie dei carabinieri i quali lo hanno sanzionato e denunciato.