Russia-Lituania: le tensioni su Kaliningrad e perché la questione riguarda la Nato

Russia-Lituania: le tensioni su Kaliningrad e perché la questione riguarda la Nato

L’enclave russa si trova nel cuore dell’Europa

Si guarda con molta attenzione a quello che sta accadendo tra Lituania e Russia. I fatti riguardano l’enclave di Mosca Kaliningrad.

L’enclave russa di Kaliningrad e la sua posizione strategica

Si tratta di una porzione di territorio russo, completamente distaccata dai confini che tutti conoscono della Federazione. Si trova tra Lituania e Polonia e si affaccia sul Mar Baltico. La si può considerare praticamente nel cuore dell’Europa e alla base della tensione degli ultimi giorni c’è l’impossibilità, da parte dei russi, a trasferire verso quest’area certe merci passando per il territorio lituano.

Di Kaliningrad si è molto parlato durante la prima fase della guerra in Ucraina, poiché rappresenta una zona da cui la Russia potrebbe minacciare l’Europa a livello militare. Da lì, infatti, possono partire in teoria dei missili in grado di raggiungere le più importanti città d’Europa.

La questione tra Russia e Lituania su Kaliningrad

Le due parti stanno fornendo la propria versione dei fatti rispetto a quanto starebbe accadendo. Da una parte la Russia avverte la controparte manifestando l’intenzione di difendere i propri interessi nazionali. Dall’altra la Lituania ritiene di stare applicando semplicemente le sanzioni.

Da Vilnius hanno evidenziato come il passaggio è inibito a sole merci comprese nei pacchetti sanzionatori. Nessun provvedimento analogo, invece, sarebbe stato preso per i carichi non contemplati dai provvedimenti su Mosca o sul passaggio dei passeggeri.

La situazione è osservata a livello internazionale

Da parte dell’Unione Europea e del suo ambasciatore a Mosca è arrivato un invito a risolvere la questione in maniera diplomatica. Al momento la Russia starebbe provvedendo al trasporto delle merci via mare, con un costo più alto e tempi più lunghi.

Negli ultimi giorni, inoltre, si sottolinea come ci sarebbero appelli alla tv russa da parte degli abitanti di Kaliningrad affinché si crei un corridoio con il territorio russo. Questo, però, presupporrebbe un attacco contro la Lituania o la Lettonia.

La Lituania è un paese Nato

Le tensioni tra Lituania e Russia sono, ovviamente, di grande interesse per tutto il blocco Occidentale. La repubblica baltica, oltre ad essere un paese dell’Unione Europea, fa parte della Nato ed è noto che quando un paese dell’Alleanza Atlantica subisse un attacco, equivarrebbe ad un’offensiva contro tutti i paesi che hanno sottoscritto l’accordo. E più volte si è detto quanto un’eventuale scintilla che portasse la Nato dentro la guerra equivarrebbe, di fatto, allo scoppio della Terza Guerra Mondiale.

Non a caso, con riferimento alla guerra in Ucraina, l’Alleanza Atlantica ha scelto di non intervenire direttamente. Neanche con una No-Fly Zone, scongiurando un’eventuale contrapposizione diretta con Mosca. Non è il momento di allarmi ingiustificati, ma è ormai chiaro come dal momento dell’inizio della guerra in Ucraina il modo di percepire molte cose sia cambiato.