Autore: Antonio 2

Coronavirus

Restate a casa: siamo tutti in quarantena, le parole di Conte

Le parole di Conte resteranno certamente alla storia.

Poco fa il Premier Conte ha spiegato che tutta l’Italia è in quarantena. Tutti devono evitare assembramenti e tutti devono evitare di uscire da casa. Una decisione epocale, mai accaduta dai tempi della Grande Guerra.

Conte ha spiegato: «Abbiamo adottato una nuova decisione. Siamo consapevoli di quanto sia difficile cambiare le nostre abitudini, lo capisco anche io. Sono abitudini che ragionevolmente con il tempo alla luce delle nostre raccomandazioni potranno essere modificate, ma tempo non ce n’è. Stiamo avendo una crescita importante di contagi e persone ricoverate e persone decedute. Abbiamo pensato di fare un decreto che si può riassumere in 3 parole: restate a casa. Le nostre abitudini quindi vanno cambiate ora e dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell’Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo subito a queste norme più stringenti». Le attività sportive sospese in tutta Italia fino al 3 aprile. Nello stesso periodo le scuole resteranno chiuse.

Da domani controlli per le strade

Ci saranno controlli di Polizia per chi esce di casa senza motivi di lavoro, salute o per necessità. Non esiste il divieto di uscire di casa, ma lo si deve fare per esigenze lavorative, sanitarie o di sussistenza (fare la spesa per esempio). Il Governo, vista l’inosservanza palese e il comportamento irresponsabile di molti, corre ai ripari. Possibili denunce contro chi esce senza motivi di necessità.