Quando riaprono i centri commerciali nel fine settimana?

Quando riaprono i centri commerciali nel fine settimana?

La Cabina di Regia del 17 maggio è stata decisiva ai fini delle nuove regole che porteranno alla riapertura dei centri commerciali il sabato, la domenica, nei festivi e pre-festivi.

Quando riaprono i centri commerciali nel fine settimana? L’interrogativo è rimasto pendente per mesi. La scelta di chiudere parchi commerciali, shopping center e strutture analoghe il sabato, la domenica, ma anche per festivi e prefestivi, in ragione dell’emergenza Covid volge, adesso, ufficialmente verso la fine. È l’effetto delle ultime misure disposte dal nuovo decreto del governo Draghi.

Riapertura centri commerciali, la decisione maturata dopo la Cabina di Regia

Una direzione, quella intrapresa, che rispetta la gradualità avviata con il provvedimento dello scorso 26 aprile, ma che fa tirare un sospiro di sollievo ad un intero settore interessato da mesi di chiusure e limitazioni. Come prevedibile ad essere decisiva è stata la Cabina di regia che ha avuto luogo in data 17 maggio.

Si immaginava già da qualche giorno che, sulla base di una situazione epidemiologica in miglioramento, ci potessero essere le condizioni per la riapertura dei centri commerciali. Il calo dei casi, la minore pressione sui sistemi sanitari e l’avanzare della campagna vaccinale, come per altri allentamenti disposti, giocavano a favore della ripartenza.

I centri commerciali riaprono nel fine settimana: c’è la data

La notizia è che, intanto, c’è una data ufficiale: è il 22 maggio. Si tratta di un sabato che rappresenta una scadenza persino anticipata a quello che, inizialmente, si immaginava potesse essere il giorno dell’entrata in vigore delle nuove misure: il 24 maggio. Stavolta il governo non ha atteso il fine settimana per disporre le novità.

Centri commerciali: cosa cambia dal 22 maggio

I centri commerciali potranno riaprire nella loro interezza. Occorre, infatti, ricordare che in precedenza non tutte le attività avevano l’obbligo di mantenere la serranda abbassata nel fine settimana. Potevano, infatti, restare aperti anche il sabato e la domenica tutte quelle realtà che si occupavano di settori merceologici catalogati come «beni essenziali» e indicati in un elenco ufficiale. Così la chiusura non toccava, ad esempio, a supermercati, librerie, edicole o tabacchi.

Protocolli riapertura centri commerciali: ci so

La riapertura dei centri commerciali sarà subordinata all’adozione di protocolli anti-contagio. Si provvederà, ad esempio:

  • alla misurazione della temperatura di chi accede, consentendo l’ingresso solo a chi la ha al di sotto dei 37,5 gradi
  • gli ingressi dovranno essere contingentati, evitando assembramenti e avendo cura che possa sempre esserci almeno un metro di distanza tra i clienti
  • i clienti dovranno igienizzare le mani con dispenser messi a disposizione delle strutture nelle circostanze che lo richiedono, ad esempio nel caso di scelta della merce subordinata a tocco (Ad esempio come accade per i capi d’abbigliamento)
  • si dovrà sempre indossare la mascherina, sia nel caso dei clienti che dei lavoratori del centro

L’arrivo della bella stagione, inoltre, si immagina possa far arrivare nelle strutture solo chi è davvero interessato allo shopping o a fare acquisti. Dato non scontato in periodi in cui le temperature sono più basse e queste aree commerciali diventano sede di arrivo per persone che cercano di passare del tempo libero al riparo dal freddo.

I protocolli sono comunque fissati per scongiurare qualsiasi evenienza che possa favorire il contagio, ma soprattutto per far tornare a lavorare a tempo pieno uno dei settori che ha pagato caro il prezzo della pandemia.