Autore: G.M

3
Dic

Professore Universitario di Siena posta tweet pro Hitler, ecco le parole che generano polemiche

Polemiche a non finire per la vicenda di Emanuele Castrucci, docente universitario che ha postato un discutibile tweet su Adolf Hitler. Un post su Twitter che ha generato un vespaio di polemiche. L’uomo di 67 anni, un professore ordinario di filosofia del diritto e filosofia politica dell’Università di Siena, sta suscitando sdegno sui social e per la collettività tutta.

Il post tanto discusso

Emanuele Castrucci, un docente Ligure in servizio all’Università di Siena, ha postato su Twitter una foto del Furher. A corredo della foto le dichiarazioni del professore che ha scritto letteralmente: "Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo”. Una frase discutibile che poi è proseguita con un commento che giustificava in qualche modo l’operato che a suo tempo, aveva messo in atto il leader del Nazismo, Adolf Hitler. “Hitler, anche se non era certamente un santo, in quel momento difendeva l’intera civiltà europea”, questo il pensiero del professore universitario.

La biografia del professore

Laureato in giurisprudenza nell’Università di Firenze nell’anno accademico 1974), il professore Emanuele Castrucci è stato prima di tutto, un ricercatore universitario. Sempre a Firenze infatti, ha svolto questo ruolo dal 1981 al 1989. Dopo questi periodi da ricercatore, nel 1990 diventa professore vincendo il concorso a cattedra di prima fascia. Fino al 1996 insegna all’Università di Genova.

Durante il suo percorso, si dedica a temi di storia, con particolare riguardo alle vicende giuridiche e politiche, come per esempio, le origini delle forme di pensiero politiche e giuridiche dell’Europa moderna. Il professore ha alle spalle numerose pubblicazioni, come le riporta il sito «laleggepertutti.it».
Ha scritto articoli su testi come, “Introduzione alla filosofia del diritto pubblico di Carl Schmitt” , oppure come “Nomos e guerra. Glosse al Nomos della terra", semore di Carl Schmitt”.

Da tempo collabora con le riviste "Archivio di filosofia”, “Filosofia politica”, “Il politico”, “Politisches Denken”, “Quaderni fiorentini per la storia del pensiero giuridico”, “Rivista internazionale di filosofia del diritto”, “Studi senesi”. Il professore è anche membro della Deutsche Gesellschaft zur Erforschung des politischen Denkens.

Le teorie naziste

Allievo di Roman Schnur, ha contribuito alla diffusione in Italia del pensiero di Carl Schmitt, e questo la dice lunga sull’indirizzo del pensiero pitico dell’uomo. Carl Schmitt infatti, è un controverso filosofo tedesco, conosciuto per le sue simpatie naziste. Schmitt infatti è accusato di aver prodotto teorie di giustificazione della politica espansionistica di Adolf Hitler.

Lo stesso è successo adesso con Emanuele Castrucci, che da tempo ha prodotto saggi e pubblicati post con giudizi molti simili a quelli di Schmitt, su Adolf Hitler. Dopo il post delle polemiche, più di qualcuno ha chiesto la testa del professore. Anche il rettore dell’Università di Siena, Francesco Frati, ha avviato un procedimento per il professore, perché le cose scritte da Castrucci sono lesive pera dignità del suo Ateneo.