Previsioni meteo, torna il caldo ad agosto: ecco dove e da quando

Previsioni meteo, torna il caldo ad agosto: ecco dove e da quando

La tregua di fine luglio lascia spazio ad un nuovo mese che confermerà la tendenza di un’estate 2022 particolarmente calda

L’inizio del mese di agosto corrisponderà ad una nuova ondata di caldo che si farà sentire sull’Italia. Lo farà con temperature che torneranno ad essere elevate, dopo alcuni giorni in cui una parte del Paese ha beneficiato di temperature più basse rispetto a quelle record avute in determinate fasi dell’estate 2022. Il ritorno del caldo lo rivelano le previsioni meteo che, fino ad ora, sono state sempre puntuali e precise nel predire ciò che sarebbe accaduto.

Il ritorno dell’anticiclone africano

Gli esperti de IlMeteo.it sottolineano che l’inizio della settimana, che corrisponderà all’avvio d’agosto, dovrebbe vedere nuovamente protagonista l’anticiclone africano. Questo si tradurrà nel nuovo aumento delle temperature e nella sensazione di caldo che tornerà a farsi sentire in maniera particolare da martedì 2 agosto.

Quando torna il caldo?

Questo fa prefigurare la possibilità che si possano avere le temperature oltre i 35 gradi in diverse zone. Ce le si attende soprattutto nelle zone pianeggianti settentrionali, sulle regioni che si affacciano sul Mar Tirreno, oltre che su Sicilia e Sardegna.

Per grandi città come Roma e Firenze si ipotizza che si possano raggiungere i 38 gradi. L’ipotesi è che questa nuova sfuriata del caldo possa continuare quantomeno fino al primo fine settimane di agosto, quando il Nord potrebbe fare i conti con dei temporali.

Andrà, dunque, bene a coloro i quali partiranno per le ferie estive. Un po’ meno a chi dovrà patire gli effetti delle alte temperature lontano dal mare o dalla montagna.

Come è andata l’estate fino ad ora dal punto di vista meteo

I livelli di caldo raggiunti fino al momento hanno reso l’estate 2022 praticamente «torrida». Si ricorderà, ad esempio, come già nel mese di giugno arrivò un’ondata di calore e una fase di caldo che non ebbe quasi tregua fino all’inizio della seconda decade del mese.

Si è trattato di qualche giorno di refrigerio che ha anticipato un altro periodo di caldo significativo, soprattutto al Nord e nei giorni che sono arrivati attorno e subito dopo il 20 luglio. Una fase di stabilità e di alte temperature che, quantomeno nelle regioni settentrionali, è stata interrotta anche da maltempo che ha generato disagi. Basti pensare, ad esempio, a cosa è accaduto in Lombardia.

Giorni che, però, sembrano essere pronti a lasciare il passo ad un altro periodo in cui ci sarà da fare i conti con livelli della colonnina di mercurio a livelli significativi. In attesa, alla fine della stagione, di capire quanto l’estate 2022 potrà essere considerata significativa dal punto di vista storico per le temperature medie raggiunte.