Previsioni meteo: a fine prima decade settembre l’estate è un po’ più lontana

Previsioni meteo: a fine prima decade settembre l'estate è un po' più lontana

Il Sud che ha vissuto le temperature più calde viaggia verso giorni dove si attende instabilità

Le previsioni meteo e il calendario che vede la prima decade di settembre volgere al termine informano che ci si sta per mettere alle spalle l’estate. Le evoluzioni attese per i prossimi giorni rendono assai probabile la prospettiva di trovarsi con la sensazione di avere lasciato la bella stagione alle spalle soprattutto nelle zone che ne hanno conosciuto l’espressione più «calda». Uno scenario, quello descritto, che accomuna le ipotesi da parte dei maggiori siti specializzati in previsioni meteo su quello che ci sarà da attendere.

Meteo, attenzione alla «bassa pressione»

Risulta molto interessante, ad esempio, il quadro che viene descritto su IlMeteo.it che prefigura la possibilità che il clima di instabilità che sta riguardando alcune aree del Sud sarebbe destinato a proseguire. In questi giorni, in particolare, sarebbe «una figura di bassa pressione» riconducibile all’area balcanica a determinare la situazione esistente nel Mezzogiorno. Pur essendo questo «vortice balcanico» destinato ad esaurirsi, è atteso un nuovo ciclone definito «insidioso» che è pronto ad essere responsabile di un nuovo peggioramento che riguarderà le regioni del Sud Italia.

Italia a metà per il meteo

Andando ad osservare quello che è il quadro attuale si può notare come l’Italia abbia una divisione meteorologica abbastanza netta. Il Centro ed il Sud sono al momento aree dove si registrano nuvolosità e possibilità di temporali «a macchia di leopardo», con la restante porzione di penisola caratterizzata da una relativa serenità e da una sorta di appendice dell’estate.

Previsioni meteo weekend: cosa attendersi

Volgendo lo sguardo, però, ad una fase più avanzata della settimana e proiettandosi sul weekend si segnala come la bassa pressione in arrivo da Ovest dovrebbe determinare un nuovo peggioramento. L’azione dovrebbe farsi sentire «a partire dalla Sardegna» con una graduale estensione verso le aree tirreniche del Sud. Si fa strada l’ipotesi che nel fine settimana potrebbero delinearsi situazioni in grado di determinare una prosecuzione spaccatura del Paese in relazione alle tipologie di condizioni atmosferiche con cui Sud e Nord saranno chiamati a confrontarsi.

Meteo, cosa si attende da venerdì

Anche un altro sito specializzato meteo.it conferma che il venerdì (10 settembre) potrebbe essere un giorno caratterizzato da molte nuvole. In particolare vengono anticipati «rovesci e temporali sparsi» su Sicilia e Sardegna. Nuvole previste anche sulla Calabria con possibilità di «isolati rovesci» nella prima parte della giornata. Nel complesso il resto d’Italia dovrebbe beneficiare di bel tempo, con temperature stazionarie nei valori massime o in leggero aumento.

Situazioni quelle descritte ed anticipate che segnalano, in maniera inequivocabile, che aree che hanno vissuto una bella stagione con temperature particolarmente elevate vedono l’estate segnare inequivocabilmente il passo. Non resta adesso che attendere le evoluzioni e capire cosa aspettarsi per i giorni successivi.