Previsione meteo, caldo africano in arrivo: da dove parte e quanto durerà

Previsione meteo, caldo africano in arrivo: da dove parte e quanto durerà

Da ormai diversi giorni è partito il countdown relativo al ritorno del caldo

Adesso il caldo africano è davvero in arrivo in Italia. Da più giorni le previsioni meteo lo avevano annunciato, ma quando manca diverso tempo alle date X c’è sempre la possibilità di qualche variazione climatica improvvisa. Gli scenari prefigurati, invece, sono rimasti i medesimi anche con le evoluzioni che gli esperti hanno monitorato nelle ultime ore. Può, dunque, tornare utile fare un po’ il punto su quello che ci si attende per la fine di questa settimana e l’inizio della prossima.

Previsioni meteo: caldo africano avrà la meglio su anticiclone Azzorre

Quello a cui si assisterà sarà l’effetto del fatto che il caldo proveniente dall’Africa riuscirà a prevalere sull’anticiclone delle Azzorre che aveva contribuito a rendere le temperature più miti. Secondo le previsioni de IlMeteo.it sarà esattamente da giovedì 14 luglio e da venerdì 15 luglio che si avrà una salita sensibile delle temperature. La salita della colonnina di mercurio sarà tangibile, con particolare riferimento alla Pianura Padana. La previsione è che si possano toccare i 37-38 gradi nella giornata di venerdì. Questo, però, non significa che il resto del Paese non sarà caratterizzato da un caldo che si farà sentire.

Quanto durerà la prossima ondata di caldo?

Al di là, però, di quelle che potranno essere le previsioni meteo a breve termine, quello che colpisce sono gli scenari a distanza più lunga. Gli esperti ipotizzano, infatti, che possa essere la prossima settimana il momento in cui l’aria potrebbe farsi bollente. Questo fondamentalmente apre uno scenario in cui ci sarà da fare i conti a lungo con questa ondata di caldo, tenuto conto che si è ancora a mercoledì della settimana precedente.

Si dovrebbe andare su livelli di temperature da 35 gradi su più giorni, con possibilità che si assista all’ondata di caldo più intensa di tutta la stagione. Anche perché, come già detto in precedenza, più ci si proietta in avanti con le previsioni meteo e più il condizionale risulta essere d’obbligo.

Ondate di caldo: Iniziano a comparire bollini gialli e arancioni sul sito del Ministero

Che l’aria sia destinata a surriscaldarsi lo si evince anche dal bollettino delle ondate di calore del Ministero della Salute. Dopo diversi i giorni in cui praticamente tutte le città monitorate hanno mantenuto livelli da bollino verde (o al massimo giallo), iniziano a comparire colori più intensi. Già il 14 luglio ci sarà bollino giallo per Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Milano, Perugia, Torino, Trieste e Verona.

E venerdì 15 luglio compaiono i primi bollini arancione con riferimento a Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Torino e Verona. E in base a quelle che sono le previsioni potrebbe trattarsi solo dell’inizio, di un’ondata di caldo importante che potrebbe durare anche dieci giorni.