Partito sudtirolese nella bufera, tra gli scontrini spuntano spese per giochi erotici

Il partito sudtirolese dei Freiheitlichen avrebbe presentato tra le proprie spese uno scontrino di 64,92 per l’acquisto di un vibratore e di altri due gadget erotici.

I contributi dei cittadini sarebbero serviti dunque a finanziare il «divertimento» di uno dei loro rappresentanti.

Questo quanto emerge dall’indagine svolta dalla Guardia di Finanza sui gruppi consiliari.

I vertici del partito, dopo aver ammesso il presunto rimborso di gadget erotici a spese del consiglio provinciale di Bolzano, sostenendo che si trattava di uno scherzo, fanno marcia indietro e dichiarano di dover verificare l’accaduto.