Occhiali alla moda Facebook: ecco ’Project Aria’

La nuova tecnologia della realtà aumentata con Project Aria. Facebook e Exilor-Luxottica sono artefici dello sviluppo degli occhiali del futuro.

Tutti conoscono l’azienda Facebook e ben sanno quanto sia all’avanguardia nella progettazione e realizzazione di soluzioni innovative. Per Facebook, innovazione significa anche esplorare nuovi mercati, non direttamente collegati ad internet e al mondo dei social network, almeno nella loro impostazione tradizionale.

Ecco perchè Andrew Boswort, vicepresidente dei reality labs di Facebook, ha recentemente dichiarato al noto sito giornalistico statunitense ’The Verge’ che la multinazionale è vicina a finalizzare la produzione di un paio di occhialini tecnologici insieme a Essilor-Luxottica, ossia la celebre azienda italo-francese, leader mondiale nella progettazione, produzione e distribuzione di lenti oftalmiche e occhiali da vista e da sole. Vediamo un po’ più nel dettaglio i contenuti di questa novità.

Occhiali Project Aria: una nuova tecnologia in un paio di occhiali da sole

Qualche tempo fa Mark Zuckerberg aveva già annunciato una collaborazione articolata su più anni con Luxottica per lo sviluppo di occhiali smart AR a marchio Ray-ban. Ora siamo in dirittura d’arrivo: infatti sarà finalizzata la produzione del primo modello, denominato Project Aria. Tecnicamente sono definibili come smart glass per la realtà aumentata.

Proprio il manager Andrew Boswort, intervistato dal sito The Verge, ha usato queste parole: «Vogliamo seriamente esplorare modi innovativi con cui le persone possono connettersi con amici e famigliari, vicini e lontani, i gadget indossabili hanno il potenziale per farlo».

Da quanto si sa al momento su Project Aria, questi particolari occhiali sono leggerissimi e non distinguibili dalla generalità degli occhiali da sole. Avranno inseriti telecamere, microfoni e sensori di eye tracking.

Il progetto è davvero di ampio respiro, se pensiamo che la collaborazione tra Facebook e Essilor-Luxottica prevede di produrre smart glasses sempre più avanzati, in grado di riconoscere oggetti e interpretare quello si sta osservando. Ciò al fine di potenziare la visione di colui che li indossa con traduzioni in tempo reale, messaggi di navigazione, dati e elementi su ciò che sta attorno e tanto altro.

Project Aria è il progetto base: in futuro i primi occhiali interamente di realtà aumentata

Si tratta insomma di lenti alla moda con fotocamera, in attesa di sviluppi ancora più tecnologicamente avanzati. Project Aria rappresenta il primissimo approccio di Facebook a quelli che dovrebbero essere i futuri occhiali totalmente di realtà aumentata. Ed è chiaro che questo prodotto non può che interessare all’azienda di Mark Zuckerberg, la quale ha fatto della comunicazione la chiave del proprio successo.

Come accennato poco sopra, il primo modello, costruito sulla base dei Ray-Ban e denominato appunto ’Project Aria’, dovrebbe essere caratterizzato soltanto da un sensore e da una fotocamera. Ciò al fine di scattare foto e registrare video da condividere in modo immediato sui social, senza passare dalla tappa intermedia dello smartphone.

Ecco dunque l’iniziale e concreto passo oltre gli schemi classici della fruizione digitale: certamente i Ray-Ban di Facebook rappresenteranno una svolta tecnologica per tutti coloro che amano comunicare e condividere grazie alla rete internet.