Obbligo vaccinale docenti e personale Ata, le indicazioni della circolare

Specificata anche la nuova opportunità per i controlli

Era attesa per il 14 dicembre ed è arrivata la circolare del Ministero dell’Istruzione sull’obbligo vaccinale per docenti e personale scolastico. . Nel testo sono specificate le indicazioni riguardanti le modalità di controllo semplificato dello stato vaccinaledel personale docente ed Ata. Un passaggio che è conseguenza diretta del decreto legge del 26 novembre 2021 con cui si è avuta l’estensione dell’obbligo vaccinale al personale al personale:

  • del sistema sanitario nazionale di istruzione
  • delle scuole non paritarie
  • dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decretolegislativo 13 aprile 2017, n. 65
  • dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti
  • dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale
  • dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore

Nuovo strumento per la verifica

La circolare, con intestazione del Ministero dell’Istruzione e del Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentale, spiega come dare attuazione alla norma attraverso un nuovo strumento. Una soluzione che permetterà a dirigenti scolastici di adempiere all’obbligo di verifica in maniera agevolata.

La verifica potrà essere fatta attraverso il Sistema Informativo dell’Istruzione (Sidi) dove è stata prevista l’introduzione di una nuova opportunità di verifica che si affianca a quella disponibile per la visualizzazione dello stato del Green Pass. Interagendo con il sistema sarà, infatti, possibile avere contezza della situazione vaccinale di docenti e personale Ata in servizio presso ogni singola scuola. Sia che si tratti di dipendenti a tempo determinato che indeterminato.

Stato potrà essere «in regola» o «non in regola»

Attraverso la verifica si verrà a conoscenza se il soggetto di cui si andrà valutare sarà «in regola» o «non in regola» con l’obbligo vaccinale. Nel secondo caso sarà il dirigente scolastico confrontarsi con il soggetto interessato la motivazione della posizione registrato, tenuto conto potrebbe trattarsi di uno status giustificato dall’avere a che fare con un soggetto esentato, guarito dal Covid.

La circolare ->

Terza dose, quali sono i tempi per l’obbligo

A partire dal 15 dicembre, dunque, l’obbligo vaccinale per il personale della scuola diventa realtà come lo era già per medici ed infermieri. Destino che li accomuna a quanti operano nei comparti della difesa, della sicurezza, delle forze di polizia e altri lavoratori che, pur esterni, hanno accesso alle strutture. L’obbligo riguarda le tre dosi. Si inizia, ovviamente, con il primo ciclo fatto di prima e seconda dose. Una volta completato o per chi l’avesse già ultimato si dovrà fare il richiamo nei tempi previsti dal Super Green Pass. A minimo cinque mesi di distanza ed entro i nove mesi.