Autore: Liliana Terlizzi

Coronavirus

Nuovo dpcm Natale, coprifuoco a Capodanno per evitare le feste e i veglioni: tutte le anticipazioni

Diffusa la bozza del nuovo Dpcm di Natale, ecco cosa ci aspetta

La bozza del nuovo Dpcm sta per essere ufficializzata ed entrerà in vigore domani 4 dicembre. Sono contenute tutte le regole per le feste natalizie, possiamo già confermare che scatterà il coprifuoco in tutta Italia dalle 22 alle 5. Per il Capodanno, il coprifuoco sarà più lungo e scatterà dalle 22 alle 7 per evitare i festeggiamenti, i veglioni e le cene. Ecco tutte le anticipazioni.

Per le festività natalizie i ristoranti resteranno chiusi e per gli alberghi sarà consentito solo il servizio in camera. Non ci stanno festeggiamenti in piazza o nelle strade delle città italiane. Oggi ci sarà la firma del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Nella bozza si conferma il coprifuoco dalle 22 alle 5 per tutto il mese di dicembre fino al 15 gennaio. Solo a Capodanno il coprifuoco durerà fino alle 7, due ore in più rispetto all’orario previsto per gli altri giorni.

LEGGI ANCHE: Bonus Natale: ecco come avere il rimborso del 10% dei soldi spesi

Coprifuoco dalle 22 alle 7 a Capodanno

Nel Dpcm viene sottolineato che negli orari per il coprifuoco gli spostamenti potranno essere motivati solo per comprovate esigenze lavorative, per situazioni di necessità, ovvero motivi di salute. Gli italiani saranno fortemente raccomandati di evitare gli spostamenti anche negli altri orari della giornata con «mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi».

Divieto di spostarsi tra comuni a Capodanno

Sia per il 25 dicembre, del 26 e per la giornata del primo gennaio, entrerà in vigore il divieto di spostamento tra comuni diversi. Tale divieto si aggiunge a quello di spostarsi tra Regioni diverse dal 21 dicembre. Sarà concesso solo in caso di ritorno alla propria residenza, al domicilio o all’abitazione. Non ci si potrà spostare nelle seconde case fuori Regione nella giornata di Capodanno, Natale e Santo Stefano.

Le regole per ristoranti e alberghi a Capodanno

La sera del 31 dicembre i ristoranti resteranno chiusi ma aperti a pranzo l’1 gennaio. Gli alberghi resteranno aperti ma senza organizzare cene, si potrà usufruire solo del servizio di ristorazione al tavolo la sera del 31 dicembre. Questa scelta arriva per evitare qualsiasi tipo di festeggiamenti, infatti vengono sospese anche le crociere fino al 7 gennaio.