Autore: Giacomo Mazzarella

Coronavirus

Nuovo Dpcm Natale, gli aggiornamenti di oggi 18 dicembre

Il programma di oggi per decidere le misure restrittive del governo

Ieri per il governo è stata una giornata in cui l’argomento Dpcm per il Natale ha lasciato campo ad altre urgenze. La liberazione dei pescatori di Mazara del Vallo in Libia e l’incontro di verifica per la maggioranza di governo tra Premier e delegazione di Italia Viva ha allontanato l’attenzione per l’argomento che agli italiani tocca di più, cioè il nuovo Dpcm del Premier sulle limitazioni anti Covid.

Oggi però si torna a parlare di questo, con in agenda alcuni importanti appuntamenti e con il Premier che dovrebbe parlare alla Nazione, tra stasera e domani, con ogni probabilità.

Gli appuntamenti di oggi 18 dicembre 2020

Per stasera alle 18 è previsto il Consiglio dei Ministri dove sin discuterà sulle misure da adottare per contenere la diffusione del Covid durante le feste. E si discuterà anche di ciò che stamane sarà emerso dagli altri incontri previsti. Infatti stamattina alle 9:30 è partito un vertice con i capi delegazione di maggioranza e in stretta sequenza ci sarà l’altro summit tra i Ministri della Salute e degli Affari Regionali, cioè Roberto Speranza e Francesco Boccia con i rappresentanti delle Regioni.

In base alle ultime indiscrezioni, probabile anche se non sicuro che entro stasera il nuovo Dpcm potrebbe essere pronto.

Le ultime ipotesi su come sarà il Natale

Le posizioni in maggioranza sembrano ancora diverse in molti esponenti e gruppi politici. Ci sono i più intransigenti (tra cui Speranza e Boccia) che chiedono misure drastiche e lockdown pressoché totale in perfetto stile tedesco. Su questo però il Premier sembra di parere opposto, perché chiudere tutto non sembra sia una soluzione fattibile per il nostro Presidente del Consiglio.

Molto dipenderà anche da cosa diranno i governatori oggi ai Ministri Boccia e Speranza. Per esempio in Veneto Luca Zaia ha in cantiere per oggi con validità da domani, una ordinanza con cui si vietano tra gli altri gli spostamenti tra Comuni dalle 14 del pomeriggio. E pure il Governatore della Campania De Luca, con le sue solite dirette ha chiesto misure drastiche lamentandosi del fatto che il governo non abbia ancora deciso.

«Dobbiamo fare delle scelte per tutelare i più fragili e gli anziani, a costo di sfiorare l’impopolarità. Dovremo passare il Natale ognuno a casa propria», questo ciò che ha detto a SkyTg24, il Ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia che ha sottolineato come il Natale è più pericoloso del Ferragosto, "perché oggi l’Rt è più alto di quando l’Italia uscì dal lockdown a maggio e perché ci attendono ancora i mesi invernali più difficili”. Nel frattempo fonti del Viminale fanno sapere che la macchina dei controlli è pronta, soprattutto per i giorni festivi dove la gente è più facile che si muova.

Una notizia questa che avvalora quella che adesso appare l’ipotesi più probabile, con lockdown da zona rossa solo nei giorni festivi e prefestivi cioè per il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e per 1, 2 e 3 gennaio. Per gli altri giorni zona gialla.

Leggi anche: Zona gialla, ecco cosa cambia da domenica anche per Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte