Napoli: traffico paralizzato per la tiktoker che fa balletti non autorizzati in mezzo alla strada

Napoli: traffico paralizzato per la tiktoker che fa balletti non autorizzati in mezzo alla strada

Una tiktoker napoletana molto seguita ha realizzato un video musicale, occupando alcune strade del quartiere Chiaia, bloccando il traffico e creando assembramenti.

Lo aveva annunciato e lo ha fatto. Una tik-toker molto seguita a Napoli (e non solo) aveva fatto sapere ai suoi tanti follower che il 3 giugno sarebbe stata in una delle zone più bella di Napoli, il Lungomare Caracciolo, per girare un nuovo video musicale.

Le riprese

Ieri pomeriggio è arrivata a Largo Sermoneta a bordo di una Hummer Limousine nera, parcheggiandola quasi al centro della carreggiata e iniziando lo show insieme a una decina di collaboratori e amici. Musica a tutto volume, canti, balli e telecamere a riprendere il tutto.

Come prevedibile, anche centinaia di giovani follower presenti sul posto hanno ripreso quei minuti di follia con i loro smartphone, per condividere sui propri profili i filmati.

Dopo Largo Sermoneta, lo show è proseguito sulla Riviera di Chiaia. Anche qui le scene sono state le stesse: auto in doppia fila, assembramenti, musica, canti e balli. Alcuni residenti del quartiere Posillipo hanno fatto sapere di aver sentito il rumore fin dentro le loro abitazioni.

Le proteste

La protagonista del giovedì pomeriggio di follia è una donna con un grosso seguito su TikTok; in passato era stata arrestata per spaccio ed era molto vicina agli ambienti criminali del Pallonetto Santa Lucia, in pieno centro a Napoli. L’ultima denuncia a suo carico è arrivata per via di alcuni presunti approdi abusivi sul lungomare napoletano.

A condividere le immagini della sua ennesima azione illegale figura anche Francesco Emilio Borrelli. Il consigliere regionale, parlando di atti “vergognosi” ha fatto notare come molte persone si siano messe al centro della carreggiata, rischiando seriamente la vita visto l’abbondante flusso di auto di passaggio. In più, secondo Borrelli, la famosa influencer non avrebbe chiesto alcun permesso, dunque le riprese sarebbero del tutto abusive.

Borrelli ha fatto sapere di aver denunciato l’accaduto alla Polizia Municipale, oltre ad aver presentato un esposto alla Questura. “Certi soggetti non possono pensare di poter fare ciò che vogliono sempre e comunque e di sentirsi i padroni della città”, ha concluso l’esponente dei Verdi.