Miami: due cadaveri nella villa dove fu ucciso Gianni Versace

Miami: due cadaveri nella villa dove fu ucciso Gianni Versace

Sull’accaduto indaga la Polizia di Miami Beach

Tra il 15 luglio 1997 e il 14 luglio 2021 c’è una strana coincidenza. Una lussuosa villa di Miami Beach si trasforma in una scena del crimine. Ventiquattro anni fa venne, infatti, assassinato uno dei più grandi geni della storia della moda in Italia: Gianni Versace. Oggi, invece, la polizia americana indaga sul ritrovamento di due cadaveri ritrovati nella struttura.

Gianni Versace ucciso nel 1997

La vita di Gianni Versace venne spezzata a cinquant’anni da colpi di pistola che vennero addebitati al serial killer Andrew Cunanan. Gli immediati soccorsi determinarono il trasporto in ospedale dello stilista. Tuttavia, poco dopo al Jackson Memorial Hospital di Miami non si poté far altro che dichiararne la morte. Da subito scattarono le ricerche nei confronti di colui il quale veniva considerato l’esecutore materiale dell’omicidio, ma il sospettato venne trovato morto nella sua casa galleggiante alcuni mesi dopo.

Villa Casa Casuarina non è più della famiglia Versace

Villa Casa Casuarina oggi è un hotel. Era stata acquistata nel 1992 da Gianni Versace che aveva provveduto a restaurare, espandere e migliorare quello che era stato il progetto dell’architetto Alden Freeman. Situata al 1116 di Ocean Drive, è un vero e proprio gioiello che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Dopo la proprietà di Gianni Versace, nel 2000 il pregiato edificio ha cambiato natura è diventato un esclusivo boutique hotel.

Nell’ex villa di Gianni Versace due cadaveri di sesso maschile

Stando a quelle che sono le ricostruzioni di quanto avvenuto nelle ultime ore pare che i due corpi senza vita all’interno dell’esclusivo edificio siano stati ritrovati da alcuni addetti alle pulizie. Sono, ovviamente, scattate le indagini per capire cosa sia accaduto, ma sull’evoluzione, da fonti americane, si evince come ci sia il massimo riserbo sull’evoluzione. Le persone non sono state identificate, né è stato chiarita la potenziale dinamica che ha portato alla morte. Dal tweet apparso sul profilo ufficiale della Polizia di Miami Beach si evince come le due vittime siano di sesso maschile.

Gianni Versace: un genio perso troppo presto dal Made in Italy

La tragica coincidenza temporale diventa anche un modo per ricordare il ventiquattresimo anniversario della scomparsa di uno dei maggiori esponenti della storia del Made in Italy nel mondo. Era nato a Reggio Calabria il 2 dicembre del 1946, dove aveva iniziato a lavorare nell’atelier della madre. A due passi da Piazza Duomo, in pieno centro nella città dello Stretto. A venticinque anni il trasferimento a Milano e l’inizio di una carriera scintillante che ha portato il suo nome ed il brand Versace a diventare una vera e propria icona mondiale di stile che, senza il tragico destino riservatogli, avrebbe potuto regalare ancora dimostrazioni concrete del suo genio.