Messsaggi vocali WhatsApp: presto potrebbe arrivare una grande novità

Messsaggi vocali WhatsApp: presto potrebbe arrivare una grande novità

La notizia farà felice chi non ama i messaggi registrati particolarmente lunghi

I messaggi vocali di WhatsApp, presto, potrebbero essere oggetto di un aggiornamento particolarmente interessante. Si tratta di una novità che è destinata a fare molto piacere a quanti non amano l’idea di ricevere da un contatto una nota registrata, soprattutto se questa ha la caratteristica di durare a lungo.

Messaggi vocali WhatsApp: obiettivo fornire più funzionalità

Risulta, tuttavia, innegabile che i messaggi vocali di WhatsApp abbiano rappresentato un vantaggio significativo nei metodi di comunicazione messi a disposizione dalla popolare app di messaggistica istantanea ed è per questo che, da ormai diverso tempo, si sta lavorando allo sviluppo di soluzioni che mirino a migliorare la fruibilità, senza disperdere quanto di buono introdotto.

Messaggi vocali, già introdotta l’accelerazione

Non è, infatti, passato molto tempo da quando WhatsApp ha offerto la possibilità di velocizzare le note vocali. Quando si riceve un messaggio registrato risulta, infatti, possibile incrementare la velocità di riproduzione risparmiando tempo. Una funzione che consente di ottimizzare i tempi di fronte all’eventualità di un messaggio troppo lungo

Presto si potranno leggere i «messaggi vocali»?

In tal senso potrebbe diventare un aggiuntivo passo in avanti la novità che è stata anticipata da blog specializzato wabetainfo.com. Gli scenari descritti raccontano che presto potrebbe essere implementata all’interno dell’app una funzione che è in grado di leggere i messaggi vocali. Nel momento in cui un contatto si troverà ad inviare una nota registrata, chi lo riceve avrà la facoltà di azionare un sistema che è in grado di riconoscere il contenuto e di proporlo al ricevente sotto forma di testo.

Il vantaggio di avere la funzione dentro l’app

Si tratta di una funzione che, per certi versi, non risulta totalmente inedita, tenuto conto che esistevano già soluzioni simili da affidare, però, ad app di terze parti.

Su Telegram, inoltre, esiste la possibilità di avvalersi di bot che svolgono esattamente questa funzione. Certo è che, eventualmente, trovarsi ad averla all’interno dell’app di WhatsApp porterebbe la possibilità di avvalersi della trascrizione delle note vocali alla portata di tutti.

Anche di chi non ha particolare dimestichezza con la tecnologia. Stando a quanto anticipato dovrebbe trattarsi di una funzione facoltativa, nel senso che potrà essere innescata nel momento in cui se ne sentirà il bisogno.

WhatsApp e la novità per i messaggi vocali, gli scenari

Stando a quanto riporta Wabetainfo.com i messaggi potrebbero non essere «tradotti» in testo da Whatsapp, ma semplicemente «letti» attraverso il riconoscimento presente sul dispositivo.

In particolare si è fatto riferimento al sistema Apple, con la pubblicazione di una schermata in cui la popolare app di messaggistica richiede l’accesso al sistema di «Access Speech Recognition» del telefono.

Al momento è stata fornita l’anticipazione riguardo ai sistemi Apple, ma da tempo WhatsApp viaggia con lo stesso livello di evoluzione anche su Android. Per Ios la funzione risulta ancora di sviluppo e presto potrebbe essere nel futuro rilasciata in un aggiornamento riservato ai beta tester.