Maltempo in Italia: chiusa la ferrovia del Brennero

Maltempo in Italia: chiusa la ferrovia del Brennero

A causa del maltempo è stata interrotta la linea ferroviaria tra Bolzano e il confine con l’Austria. Anche l’autostrada A22 e la statale sono chiuse nella stessa zona.

Abbondanti nevicate hanno costretto a chiudere la ferrovia del Brennero interrompendo in questo modo il collegamento tra Bolzano e il confine fra Italia e Austria. Dalla serata di ieri sono state chiuse anche la statale e l’autostrada A22 in direzione nord tra Vipiteno e Brennero, per tale motivo è attualmente impossibile raggiungere l’Austria dall’Italia tramite il valico.

Nei giorni scorsi sono caduti fino a 140 cm sulle Dolomiti e ne sono attesi altri 110 cm nella giornata di oggi, inoltre il vento forte rende la situazione ancora più complessa aumentando il rischio di valanghe per via degli accumuli di neve. A Bolzano il maltempo ha causato numerosi black out a causa di alberi caduti per colpa delle nevicate molto forti.

Per motivi di sicurezza è stato interrotta la ferrovia del Brennero fino al confine con l’Austria. Anche l’autostrada A22 sempre verso il confine di stato e la statale in entrambe le direzioni tra Colle Isarco e il confine sono state chiuse allo scopo di evitare incidenti a causa dell’imminente pericolo di valanghe.La statale del Brennero è interrotta anche a Egna, tra Fortezza e Mules e anche tra S.Pietro Mezzomonte e Ziggler.

Sono stati chiusi tutti i passi e le strade provinciali della zona e risulta sospesa anche la circolazione dei treni sulla linea Val Pusteria tra Valdaora e Lienz in Austria e la linea della Val Venosta tra Merano e Malles.

Rischio valanghe sulle Dolomite di Sesto

La zona delle Dolomiti di Sesto sta in queste ore vivendo un reale pericolo di valanghe, infatti qui si riscontra un pericolo «molto forte» (grado 5 di 5) mentre nel resto dell’Alto Adige, ad esclusione della val d’Adige, il pericolo è invece «forte» (grado 4 di 4).

Maltempo in tutta Italia

Tutta Italia è colpita dal maltempo e in molte regioni sono già cadute nei giorni scorsi addirittura da 80 a 140 cm di neve. Nella giornata di oggi, domenica 6 dicembre, cadranno fino a 110 cm di neve. Oltre alla neve, nella nostra nazione ci sono stati anche intensi nubifragi, con piogge spesso accompagnati da venti forti, che hanno provocato allagamenti e di conseguenza interruzioni di strade e di ferrovie.

Per ora, le regioni più colpite sono quelle del Nord-Est, ma il maltempo sta colpendo sempre di più anche le regioni del Centro e del Sud. Per l’intera giornata di oggi è stata emanata un’allerta rossa per maltempo su alcunw zone del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e sull’intera Provincia Autonoma di Bolzano.

Allerta arancione invece per le restanti zone del Friuli Venezia Giulia, gran parte del Veneto, Emilia-Romagna, sulla Provincia Autonoma di Trento, Lazio, Umbria, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. L’allerta gialla è invece scattata per tutta la Toscana e la Basilicata, inoltre è valida anche per alcune zone di Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Liguria, Marche, Lazio, Abruzzo, Campania, Molise, Calabria e Puglia.