Maltempo Piemonte, Veneto e Lombardia: danni e tanti interventi dei VdF

Vento, grandine e piogge stanno generando danni

Il maltempo che sta generando temporali in Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte spacca in due l’Italia. Il Paese vive praticamente due dimensioni metereologiche, se si considera che il 14 luglio si è caratterizzato anche per il bollino giallo in ottica caldo per città come Bari, Campobasso e Perugia.

Maltempo in Veneto e Trentino: la conta dei danni

A fronte di un Sud che continua a patire il caldo in molte aree, il Nord conta i danni del maltempo. In Veneto si sono registrati diversi interventi dei Vigili del Fuoco finalizzati a gestire situazioni dove si sono verificati allagamenti o i fenomeni atmosferici hanno portato via cartelli stradali o spezzato rami. Proprio una pianta sradicata è stata fatale per un cittadino indiano, colpito dal vegetale mentre era in transito con il suo scooter.

La perturbazione atlantica ha creato danni consistenti anche in Trentino con arterie stradali importanti sommerse dal fango e l’azione di raffiche di vento che sta mettendo in ginocchio il settore primario dell’economia. Mele e vite, in particolare, avrebbero riportato la peggio.

Maltempo anche a Milano e Torino

A Milano è stato, invece, necessario un atterraggio di emergenza per una tempesta di grandine che ha colto un aereo subito dopo il decollo. Nel momento in cui il velivolo ha fatto rientro in aeroporto è stato possibile constatare quanto fossero tangibili i segni dei chicchi lasciati sulla parte esterna dell’aereo. La grandine è stato un problema che ha interessato anche zone in provincia di Torino e del mantovano. In alcuni casi sono stati visti chicchi di grandine grandi come mele, dal diametro di sei centimetri.

Tanti interventi dei Vigili del Fuoco

Ma è davvero difficile prendere contezza di quanti interventi siano stati fatti dai Vigili del Fuoco in tutto il nord del Paese. Una cinquantina hanno riguardato solo la zona di Varese. 200, invece, quelli stimati in Veneto. Nella regione l’area più colpita è stata quella del vicentino dove nubifragi, trombe d’aria e grandinate hanno generato i danni e i conseguenti disagi più tangibili.

A determinare fenomeni così inediti per l’estate sarebbe l’interazione tra aria fredda del Nord Europa e e quella calda dell’anticiclone africano che nei giorni scorsi aveva creato ben altra situazione climatica, con gran caldo in buona parte del Paese.

Maltempo, quali previsioni?

Il maltempo ha, dunque, fatto sentire i suoi effetti soprattutto al Nord. Oggi c’è attesa per capire ciò che accadrà nei prossimi giorni, sebbene ci si attenda un weekend difficile da prevedere. In linea di massima nella giornata del 15 luglio il bel tempo dovrebbe considerare a caratterizzare il Sud, mentre al Nord potrebbe esserci variabilità con piogge deboli su alcune zone della Liguria, della Toscana, sull’Arco Alpino, in Veneto e Friuli. L’evoluzione delle condizioni meteo potrebbe, invece, a partire da venerdì ad uno spostamento del fresco verso Sud-Est.