Lo sorprendono ad utilizzare il Green Pass di Macron e chiamano la Polizia

Lo sorprendono ad utilizzare il Green Pass di Macron e chiamano la Polizia

Un diciannovenne era entrato in ospedale con il pass sanitario del presidente della Repubblica francese

Ha usato il Green Pass di Macron per accedere in ospedale, ma l’azione gli è costata cara. Un fatto che sta avendo un discreta eco internazionale e che è stata lanciata dal portale francese Actu17.fr, fonte ripresa anche da altri portali transalpini. La vicenda risale a martedì 5 ottobre e vede protagonista un diciannovenne.

Il fatto si è verificato a Marsiglia, nel Sud della Francia

Accedere, però, all’ospedale Sainte-Marguerite con il Qr code del presidente della Repubblica francese non è stata una buona idea. Dopo un primo controllo delle guardie giurate, è stata chiamata la Polizia che ha inizialmente provveduto all’arresto del giovane. Successivamente è stato rilasciato in serata, ma è stato sanzionato con una pesante ammenda per aver presentato un attestazione sanitaria di un terzo in un posto di controllo.

Green Pass di Macron era stato piratato qualche settimana fa

Ma come ha fatto il giovane ad entrare in possesso del Qr code del Green Pass di Emmanuel Macron? La risposta è più semplice del previsto, tenuto conto che nelle scorse settimane in Francia agli onori delle cronache era finita una vicenda singolare.

Il pass sanitario del presidente della Repubblica era stato, infatti, piratato e diffuso attraverso social network. Questo aveva fatto sì che la certificazione di Macron entrasse praticamente in possesso di chiunque.

L’autenticità, in quell’occasione, venne confermata dall’Eliseo. Si è dunque provveduto alla fornitura di un nuovo codice a Emmanuel Macron, ma qualcuno ha pensato di poter utilizzare comunque quello vecchio finendo per pagarne le conseguenze.

Il giovane aveva un appuntamento in ospedale

Stando a ulteriori dettagli forniti da Actu17.fr tra le spiegazioni fornite dal protagonista della vicenda ci sarebbe stato il fatto che non disponesse del Green Pass. Da qui la decisione di utilizzare quello di Emmanuel Macron per poter avere l’appuntamento che aveva fissato.

Una vicenda singolare quella che arriva dalla Francia che era stata una tra le prime nazioni a immaginare di poter utilizzare il Green Pass come strumento per accedere alle attività quotidiane tutelando la situazione epidemiologica e generando una sorta di incentivo alla vaccinazione.

Il Green Pass in Italia si verifica con app Verifica C19

In Italia, com’è noto, la verifica del Green Pass avviene attraverso Verifica C19. L’app è disponibile praticamente su tutti gli store delle maggiori piattaforme riservate agli smartphone. ­

È sufficiente scaricarla, installarla sul proprio telefono e verificarne il funzionamento con una prova. Scannerizzando un Green Pass si viene a conoscenza se si tratti di una certificazione, del suo eventuale corso di validità, con riferimenti anagrafici all’intestatario e alla sua data di nascita. E dal 15 ottobre, come è noto, l’utilizzo del Green Pass come requisito avrà un’estensione significativa nel mondo del lavoro.