La terza ondata arrivò: la Puglia è rossa!

La terza ondata arrivò: la Puglia è rossa!

Il Covid costringe il governo a preparare misure restrittive.

Zona rossa. Non era mai successo dopo l’estate che la Puglia diventasse zona rossa, ma i numeri attuali hanno portato a questa decisione, un po’ a sorpresa (leggi qui)

Lo stesso presidente Emiliano, nelle scorse ore, aveva chiesto la zona rossa per tutta la Puglia, vista l’emergenza che stanno vivendo gli ospedali e le province di Taranto e Bari (ma i numeri sono in crescita esponenziale anche a Lecce, dove oggi si è toccato un record di casi: 220 in un solo giorno). Ad ostacolare ciò era l’RT, che dava la regione come arancione. La richiesta però del Presidente regionale è stata accolta, quindi la Puglia da lunedì 15 sarà in zona rossa.

La divisione a colori dell’Italia, dovrebbe prevedere 11-12 regioni in zona rossa ( tra cui Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Trentino, Lombardia, Campania, Piemonte, Molise). In dubbio la Basilicata che al momento è a metà strada tra arancione e rossa (sono in corso di verifica i dati). In zona arancione rientrerebbero, tra le altre, Sicilia, Liguria, Valle d’Aosta, Abruzzo, Toscana, Umbria. In zona gialla nessuna regione. Mentre la Sardegna resterebbe l’unica regione di colore bianco.

Covid: i numeri in Puglia spaventosamente alti

Tornando alla Puglia, i casi di Covid oggi, come detto, hanno raggiunti picchi importanti. Oltre 700 casi nella sola provincia di Bari, più di 300 a Taranto, più di 200 a Lecce e Foggia, 1700 casi in tutta la regione. La percentuale di tamponi positivi ha superato addirittura il 15%. Questi i numeri esatti di positivi al Covid nelle varie province pugliesi:

+714 Bari
+352 Taranto
+281 Foggia
+220 Lecce
+119 Barletta-Andria-Trani
+75 Brindisi
+10 provincia non nota
+3 fuori regione