La nuova truffa Whatsapp ha preso di mira il Green pass: i rischi

Con la corsa al Green pass, una nuova truffa Whatsapp colpisce gli ignari utenti, sfruttando un messaggio trappola. Ecco le sue parole.

Tutti conoscono Whatsapp, ossia lo strumento di messaggistica per antonomasia e diffuso da lungo tempo ormai in tutto il globo. Chiunque possiede uno smartphone, molto probabilmente utilizza questa app per comunicare con la propria rete di contatti.

Ma attenzione: proprio in virtù della sua estrema popolarità, non è affatto raro imbattersi in truffe che prendono di mira proprio il software che dal 2014 fa parte del gruppo Facebook.

ll problema è che questi tranelli sono talvolta ben congegnati ed in grado dunque di raggirare non pochi utenti, magari poco esperti dei meccanismi delle truffe via internet.

E’ ben noto però che le truffe WhatsApp si moltiplicano giorno dopo giorno, e alcune diventano in pochissimo tempo virali, colpendo migliaia di persone che restano vittime di illecite sottrazioni di denaro. Proprio come sta succedendo con riferimento al noto Green Pass: vediamo allora più nel dettaglio questa nuova truffa Whatsapp.

Truffa Whatsapp tramite il Green pass: come funziona?

Il messaggio-truffa, a ben vedere, potrebbe ingannare più di un utente, perchè è collegato all’introduzione del Green pass, ossia la certificazione che dal 6 agosto sarà obbligatorio possedere per poter aver accesso a numerose attività e servizi, e per poter accedere a momenti di socialità.

Ebbene, il contenuto del messaggio truffa Whatsapp è il seguente: "In questo link puoi scaricare il certificato verde Green Pass Covid-19 che permette di muoversi liberamente in tutto il territorio nazionale senza mascherina".

Anche questa volta, la finalità delle truffa Whatsapp è quella di acquisire indebitamente dati personali e coordinate bancarie delle ignare vittime dell’inganno. Il meccanismo truffaldino prevede che, cliccando sul link trappola, l’utente sia indirizzato ad una finta pagina istituzionale, con vari loghi riprodotti in modo fedele agli originali.

Il problema si palesa proprio nella navigazione sul sito, giacchè all’utente è domandato di immettere i propri dati bancari/personali con lo scopo di usarli fraudolentemente, traendone cioè un un illecito profitto.

La nuova truffa è stata segnalata dalla polizia postale

E’ stata la polizia postale a chiarire i contorni di questa nuova truffa Whatsapp: segnalata anche un’altra truffa ben congegnata via e-mail, e sul dark web vi sarebbero già disponibili Green pass contraffatti, al prezzo di circa cento euro.

La raccomandazione delle autorità è piuttosto ovvia: il Green pass va scaricato soltanto seguendo uno dei metodi ufficiali dichiarati dal Governo, e non via WhatsApp. Ricordiamo che il testo dell’sms con il certificato dice: "Certificazione verde Covid-19 di **** disponibile. Usa AUTHCODE ************ e Tessera sanitaria su www.dgc.gov.it o App Immuni o attendi notifica su App IO".

Solo a questo bisogna fare riferimenti, mentre ogni messaggio che l’utente ritenga sospetto o potenzialmente truffaldino, va prontamente segnalato sul portale web del commissariato polizia postale. Ed è chiaro che, nelle prossime settimane, la partecipazione di tutta la cittadinanza sarà cruciale per la repressione di questi tentativi di subdola truffa Whatsapp.