Autore: B.A

La Campania riparte il 27 Aprile ecco l’ordinanza del De Luca

Il governatore della Regione Campania ha emanato una nuova ordinanza che di fatto anticipa di qualche giorno la riapertura di alcune attività commerciali.

Riapre qualcosa i Campania, perchè così ha deciso la giunta Regionale di De Luca. E si riparte dal 27 aprile, con qualche giorno di anticipo rispetto a quanto previsto a livello nazionale. Infatti le prescrizioni, le limitazioni ed il cosiddetto lockdown del governo scadrà dopo il ponte del primo maggio, cioè a partire dal 4 maggio. Probabilmente il governo ha in serbo un nuovo decreto che il Presidente Conte presenterà con una conferenza stampa verso la fine di aprile. Alcune Regioni hanno manifestato l’intenzione di riaprire prima alcune attività, e su questo, si sono scatenate nelle settimane scorse diverse polemiche tra governatori. De Luca, uno dei più polemici, che dichiarò di voler chiudere la Campania a chi scendeva dalle zone ad alto rischio contagi se si fossero accelerare le riaperture, ha deciso di allentare le restrizioni della sua Regione. Ecco per grandi linee cosa ha deciso il Governatore De Luca.

Ordinanza n° 37 del 22 aprile

La nuova ordinanza della Regione Campania è la numero 37 emanata ieri 22 aprile. Naturalmente il Governatore ha confermato che bisogna sempre rispettare le norme imposte dal governo contro la diffusione del coronavirus. Ma in virtù dei numeri dell’emergenza, che in Campania sono di meno, De Luca ha deciso di allentare le ristrettezze. Già al punto uno della nuova ordinanza, si è deciso che: Riaprono le attività e i servizi di ristorazione, pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie. Bar e pasticcerie però con orario ridotto, cioè dalle ore 7:00 alle ore 14:00. Pub, ristoranti e altri, dalle 16:00 alle 22:00. Tra le norme di sicurezza, prenotazione telefonica, telematica o consegna a domicilio per questi ultimi. Oltre naturalmente al distanziamento di sicurezza, alle mascherine ed alle norme igienico sanitarie dalla produzione alla consegna delle cose ordinate dai clienti. Riaprono anche le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, dalle ore 8:00 alle ore 14:00. anche per queste attività, occorre promuovere l’utilizzo di prenotazione telefonica, prenotazione telematica, e consegna a domicilio.

Attività chiuse il 25 aprile ed il 1° maggio

Queste riaperture valgono su tutto il territorio regionale, naturalmente. Tutte le attività però dovranno obbligatoriamente restare chiuse nel pomeriggio del 25, per la giornata del 26 aprile e per la giornata del 1° maggio. In questi giorni, tutto deve restare chiuso, fatta eccezione per le farmacie, per le parafarmacie, le edicole, i distributori automatici di tabacchi e i distributori di carburante. Restano confermate anche le sanzioni per i trasgressori e quindi per chi non ottempera alle nuove indicazioni previste dalla nuova ordinanza della Regione Campania.