Autore: Annarita Faggioni

Iva Zanicchi oggi: la diva si racconterà a Io e Te

Iva Zanicchi si racconterà in un’intervista doppia con Luca Barbareschi nella nota trasmissione Io e Te

Iva Zanicchi è stata cantante, attrice, conduttrice e persino parlamentare. Ma com’è la Zanicchi oggi e quali sono le novità? Prima di vederla sugli schermi del pomeriggio di Rai Uno, ecco un breve viaggio sulla carriera di Iva Zanicchi e su cosa fa oggi.

Iva Zanicchi: biografia e carriera

Iva Zanicchi è nata a Ligonchio (Reggio Emilia) il 18 gennaio 1940, sotto il segno del Capricorno. Iva Zanicchi esordisce come cantante nel 1960, dopo aver fatto lezioni di canto da importanti maestri e aver partecipato a Festival locali.

Quindi, nel 1961 partecipa a importanti competizioni a Reggio Emilia e compete con Gianni Morandi e Orietta Berti. L’anno dopo partecipa anche al Festival di Castrocaro.

Anche se non vince, il Festival le porta fortuna, perché le fa incontrare la sua etichetta discografica. Infatti, nel 1963 arriva il suo primo 45 giri, con i brani Tu dirai e Sei ore.

Nel 1964, dopo un tour negli Stati Uniti, partecipa al programma televisivo di Gaber Questo e quello. Seguono le partecipazioni al Festival di Sanremo e a Un disco per l’estate. Iva non vince, ma attira una grande fetta di pubblico, soprattutto tra i giovani di allora.

Questo è il periodo dove la Zanicchi è prima seconda (dopo Mina), poi terza come preferenze (dopo Mina e la Pavone). Per vincere il Festival di Sanremo si dovrà aspettare l’edizione 1967, quando partecipa in coppia con Claudio Villa con il brano Non pensare a me.

In quell’anno, però, la Zanicchi deve lasciare perdere un attimo la carriera: si sposa e ha una figlia, Michela. Zingara, la canzone che l’ha resa nota al grande pubblico, uscirà nel 1969 al Festival di Sanremo in coppia con Bobby Solo.

Gli anni Settanta sono di grande successo per la Zanicchi, con i brani:

  • L’Arca di Noè;
  • Un uomo senza tempo;
  • Un fiume amaro;
  • Il bimbo e la gazzella;
  • Un attimo;
  • Sarà domani;
  • Amore matto;
  • La riva bianca, la riva nera.

Si tratta di un periodo di grandi collaborazioni, che va da Ungaretti a Vecchioni, passando per Aznavour e per Mikīs Theodōrakīs. Per Iva Zanicchi è anche il periodo della prima conduzione radiofonica. Gli anni Settanta sono anche il periodo delle ospitate e dei tour all’estero: la Zanicchi arriverà anche in Giappone.

Gli anni Ottanta partono con la collaborazione con Malgioglio per alcune canzoni. Iva cambia etichetta discografica, perché quella precedente è fallita. Lavora in Argentina, Cile, Brasile. Partecipa a Premiatissima come concorrente. Questo è anche il periodo della sua esibizione al programma spagnolo Buenas Noches.

Diventa quindi conduttrice a Ok, il prezzo è giusto!, dove resterà fino al 2000, continuando a cantare. Diventa eurodeputata con Forza Italia e con Il popolo delle libertà poi a partire dal 2008. Si ricandida alle elezioni 2014 senza successo.

Iva Zanicchi oggi

Iva Zanicchi oggi è la donna che ha vinto più edizioni del Festival di Sanremo (tre). In più, è stata la prima a esibirsi in Unione Sovietica. Il suo matrimonio nel 1967 con Antonio Ansoldi è finito nel 1985. Successivamente, la Zanicchi ha trovato l’amore in Fausto Pinna. Ha due nipoti dalla figlia Michela, Luca e Virginia.

Ha vinto anche dei premi letterari per via dei suoi libri:

  • Polenta di castagne;
  • I prati di Sara;
  • Nata di luna buona.

Proprio quest’anno, per i suoi 80 anni, ha pubblicato la sua ultima canzone Sangue nero.