Autore: Redazione

Italia - Start Up

InnovAction Lab Gran Finale 2014: a Roma sfila il futuro delle startup italiane

Dieci team in gara per ottenere finanziamenti e avviare una startup; progetti e idee innovative presentati nella finale nazionale di InnovAction Lab.

Una sfida o una festa? Un meeting o una premiazione? Difficile dirlo perché il Gran Finale di InnovAction Lab, svoltosi ieri all’Auditorium della Conciliazione, a Roma, è stato tutto questo e sicuramente anche molto altro. Come ha raccontato poche settimane fa a ForexInfo.it Augusto Coppola, InnovAction Lab è un laboratorio che fa vivere a giovani di tutta Italia un’esperienza unica, quella della realizzazione di una start up, attraverso la creazione di un team, la definizione di un progetto, dall’idea imprenditoriale alle fasi operative, e selezioni davvero molto severe.

Oltre alla collaborazione indispensabile in un team, l’altro gradiente altrettanto necessario per la realizzazione di una buona idea è la competizione, per questo il percorso di InnovAction Lab prevede una sfida tra i vari team. Una sfida che si è conclusa nella giornata di ieri di fronte a una platea di più di 1000 persone, tra le quali erano presenti anche 100 investitori, in rappresentanza di oltre 40 fondi d’investimento e venture capitalists, ai quali i team hanno avuto la possibilità di presentare i loro progetti innovativi.

Vince la finale nazionale di Innovaction Lab 2014 Solo (vincitore anche dell’edizione Lombardia), team capitanato da Edoardo Raimondi che ha presentato un Pos virtuale per il social local shopping, un sistema che consente a venditori e commercianti di inviare, in modo rapido e veloce, ai propri clienti un link alla propria pagina «pubblica» per attivare il pagamento di un prodotto o di un servizio carta di credito. Solo permette di realizzare l’esperienza del pagamento on line grazie a un sistema di link che, una volta ricevuti, consentono all’utente di pagare con carta di credito con un solo clic. Al secondo posto si posiziona Slapped, una App che consentirà a chiunque di lanciare qualsiasi tipo di sfida, sia ad amici che ad altri utenti non conosciuti, sfruttando anche le potenzialità offerte dalla moda del selfie. La medaglia di bronzo va invece a Lawe, la piattaforma che consente di risolvere difficoltà legali, inserendo una descrizione della propria problematica e trovando con facilità e rapidità un avvocato esperto in ogni ambito

Nel 2014 InnovAction Lab, al suo quarto anno di vita, ha realizzato ben tre edizioni: a Roma, Milano e Cagliari, coinvolgendo ben 700 ragazzi, provenienti per la maggior parte dal mondo dell’università, che si sono iscritti all’iniziativa. Dopo le selezioni sono 200 i ragazzi che continuano il percorso, con 12 team provenienti dalla Sardegna e 30 team sia dal Lazio che dalla Lombardia. Alla finale nazionale di ieri hanno partecipato anche il team vincitore dell’edizione di Cagliari, Zhips, gli altri due vincitori dell’edizione lombarda, Tickete e YourSmartADV (secondi a pari merito) e gli altri quattro finalisti del Lazio: Filo, NutriMe, Digidoh e Tutored.

Prima dei giovani che hanno partecipato all’edizione 2014, il palco di InnovAction Lab, coordinato da Carlo Alberto Pratesi ha ospitato i rappresentanti di JP Morgan Chase Foundation, impegnata nel finanziamento di progetti per la creazione di impresa e la crescita economica e di Fondazione Cariplo e Microsoft Italia, che hanno, già dal 2013, hanno dato vita a Startup Revolutionary Road, l’iniziativa, di cui è partner anche InnovAction Lab, che, attraverso le startup school coinvolge giovani di tutta Italia in iniziative di formazione, occupazione e nuova imprenditorialità, soprattutto nel settore ICT, al fine di contribuire alla creazione di nuove startup e, più in generale, di facilitare la collocazione dei giovani sul mercato del lavoro. La prima parte dell’evento ha ospitato anche una tavola rotonda in cui sono intervenuti venture capitalists e business angels, operanti soprattutto nel Lazio, per discutere delle prospettive future delle startup, sia a Roma che in Italia.