Incidente stradale: auto travolge 3 ragazzi in bicicletta, muore giovanissimo

Incidente stradale: auto travolge 3 ragazzi in bicicletta, muore giovanissimo

I fatti sono avvenuti nella tarda serata di sabato 16 luglio a San Benedetto Po, in provincia di Mantova

C’è un’altra tragedia della strada da raccontare. Stavolta la notizia di un terribile incidente stradale arriva dalla Lombardia e da Mantova in particolare. Poco prima della mezzanotte di sabato 16 luglio, un gruppo di tre ragazzi in bicicletta è stato investito da un’auto in corsa a San Benedetto Po. Per uno dei tre, che aveva solo sedici anni, l’impatto è stato fatale.

Incidente San Benedetto Po: cosa è accaduto

I tre stavano percorrendo la Sp 42. Secondo quanto porta Il Giorno il tratto stradale sarebbe stato pressoché privo di illuminazione. Erano di ritorno a casa, ma un’auto li ha investiti. A riportare la peggio sarebbe stato l’ultimo della fila. In seguito all’impatto sarebbe finito all’interno di una scarpata, posta a qualche metro di distanza dalla carreggiata. Per gli altri due solo ferite di lieve entità determinate dalla caduta.

La giovanissima vittima è morta sul colpo

La Voce di Mantova, nella sua edizione on line, spiega come l’allarme sia stato immediato. Per recuperare il corpo è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco, chiamati anche ad illuminare la zona. Il personale del 118 non ha potuto fare nulla per il giovanissimo, morto sul colpo.

Il 14 luglio un altro incidente aveva coinvolto dei ciclisti

Va purtroppo in archivio un altro incidente stradale e un’altra vita spezzata da tragiche contingenze che si verificano sulle arterie stradali. Pochi giorni fa, esattamente il 14 luglio, 3 ciclisti erano morti dopo essere stati travolti da un’auto.. Nella circostanza si era registrato anche il decesso di colui il quale era al volante e che aveva perso il controllo del mezzo in seguito al malore che lo aveva colpito.

Nella giornata di sabato si sono svolti i funerali con la manifestazione di centinaia di ciclisti che hanno voluto essere presenti nel giorno delle esequie di quanti condividevano la loro stessa passione.