Incidente mortale nel rally, perdono la vita due spettatori

Incidente mortale nel rally, perdono la vita due spettatori

Era in corso il Rally dell’Appenino Reggiano

28 agosto, giornata tragica per tutti gli amanti dell’automobilismo e non solo. Due giovani hanno perso la vita mentre assistevano come spettatori al Rally dell’Appennino Reggiano. L’incidente si è verificato attorno a metà mattina (le 10) all’interno dei confini del comune di Canossa. Il fatto, in particolare, si è verificato in località Riverzana.

Rally, incidente mortale: la presunta dinamica

Le prime ricostruzioni emerse a livello mediatico, e che dovranno essere verificate dagli inquirenti, segnalano come un’auto in gara sarebbe andata fuori controllo fino ad andare fuori pista. La forte velocità che contraddistingue la marcia di una vettura in gara su un tratto privo di curve ha fatto sì che la conformazione del terreno, al di fuori del tracciato, si sia tramutato in una sorta di rampa che ha portato il mezzo a staccarsi dal suolo. La fatalità ha voluto che la marcia proseguisse su una collina su cui c’erano le due vittime investite all’auto.

Le due persone che erano a bordo del veicolo sono rimasti praticamente illesi, mentre sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta per chiarire la dinamica. Si trattava della prima prova speciale del Rally che, alla luce dell’accaduto, è stato sospeso.

Sul posto si è registrato l’intervento della polizia locale Unione Val D’Eenza, dei militari dell’Arma dei Carabinieri, oltre al 118 (anche con l’elisoccorso).

Incidente mortale nel rally, un precedente anche a Montecarlo

La circostanza ricorda quella che si verificò nel 2017, quando perse la vita uno spettatore nel Rally di Montecarlo. In quel caso a morire fu un cinquantenne che venne travolto da un’auto ch si ribaltò dopo aver colpito violentemente una parete rocciosa per effetto di una perdita del controllo derivante dal fondo ghiacciato. In quell’occasione la corsa in ospedale per salvare la vita allo sfortunato uomo si rivelò vana.

In Inghilterra morì un commissario investito dall’auto

Non era rally, ha grande attinenza con l’automobilismo e l’alta velocità quanto accaduto poche settimane fa in Inghilterra. Era il 30 luglio e sull storica ista di Brand Hatch un commissario di pista è morto investito da un’auto finita fuori dal tracciato. Si correva una gara dedicata alle vetture «turismo», annullata dopo la ricezione della notizia che il malcapitato uomo fosse morto in ospedale dopo il trasporto in elisoccorso.

«Straziante» commentò il pilota di Formula 1 Lando Norris sul suo profilo Twitter, lasciando intendere come a perdere la vita fosse una figura facente parte della schiera di quanti sono «eroi» per tutto il mondo dell’automobilismo, senza i quali sarebbe impossibile fare ciò che si fa.