Incendio a scuola: strage di bambini in Niger

Incendio a scuola: strage di bambini in Niger

Sono al momento 26 le vittime del rogo, a perdere la vita bimbi tra i cinque ed i sei anni. Tanti feriti

Persino la parola tragedia appare riduttiva rispetto a quanto accaduto in Niger nella giornata di lunedì 8 novembre. Il fatto si è verificato nella regione di Maradi. All’interno di una scuola si è sviluppato un incendio che in poco tempo ha seminato morte e distruzione in un istituto dove tanti bambini stavano provando a costruire il loro futuro.

Incendio in Niger, cosa è accaduto nella scuola

Le loro giovani vite hanno, invece, conosciuto la morte. I primi dati parlano di 26 morti. Le fiamme che si sono sviluppate nelle aule non gli hanno lasciato scampo, avendo trovato terreno fertile in una costruzione fatta essenzialmente di legno e paglia.

Si tratta di materiali che non rappresentano un’eccezione, ma una consuetudine per ovviare a situazioni in cui le strutture tradizionali in muratura non sono abbastanza capienti da ospitare tutti gli alunni presenti. Non sono note le cause che potrebbero aver innescato il rogo. Tra i dettagli riportati da diversi media locali pare che i forti venti abbiano alimentato l’incendio.

Vittime avevano tra i 5 ed i 6 anni, si presuppone ci siano anche altri feriti gravi

Erano, dunque, in strutture di fortuna i 26 bambini, un gruppo in cui stando a quanto riferiscono diverse fonti c’era una netta prevalenza di bimbi tra i cinque e i sei anni, che non hanno potuto sfuggire alla forza della fiamme che si propagavano. Alla fine sarebbero state tre le classi coinvolte dallo sviluppo del rogo.

La Bbc, in particolare, riporta che alcuni testimoni oculari avrebbero visto portare dei piccoli su mezzi diretti verso l’ospedale. Circostanza che ha lasciato intendere che, oltre alle vittime, siano da registrare anche dei feriti.

A conferma di ciò sono arrivate le parole del governatore di Maradi. Chaïbou Aboubacar, in alcune dichiarazioni riportate dall’Ansa, ha infatti parlato di 13 feriti di cui 4 gravi. Le attività scolastiche sono state interrotte. Si indagherà adesso per stabilire l’origine dell’accaduto e sono stati disposti tre giorni di lutto nella regione di Maradi.

Incendio scuola in Niger, non è purtroppo una prima volta

Il dover frequentare la scuola in struttura di fortuna rappresenta un rischio considerevole per tanti piccoli studenti. Non a caso l’ultima tragedia non è l’unica di cui si abbia contezza con dinamiche simili all’ultima in Niger.

Ad aprile altri 20 bambini morirono a causa di un incendio che ebbe luogo nella capitale, Niamey. In quel caso a ostacolare il tentativo di salvarsi fu il fatto che le fiamme resero impossibile sbloccare il cancello e questo portò a conseguenze tragiche per coloro che non riuscirono a sfuggire alla forza delle fiamme scavalcando il muro. Anche in quel caso la maggior parte delle vittime furono i più piccoli, cioè i frequentatori dell’asilo.